Le 10 cose per far vivere internet

La rete è in pericolo: sì, per i governi e il mercato è troppo importante controllarla. Doc Searle e David Weinberger – due degli autori del primo Cluetrain Manifesto (1999 – chi preferisce, può leggerlo tradotto sul suo blog da Luisa Carrada) – hanno aggiornato (o integrato?) il documento con nuove 121 tesi. O meglio: indizi, chiavi, per l’appunto. Qualche …

Continue reading

Gli algoritmi e l’intimità vulnerabile

“Il tuo anno ha questo aspetto”, ha detto Facebook a milioni di persone nelle scorse settimane riproponendo episodi, fotografie, video postati negli ultimi dodici mesi. Con una certa dose di temerarietà, anche Eric Meyer ha scelto di stare al gioco, vedendosi restituire il viso di sua figlia Rebecca, morta a sei anni proprio durante l’anno …

Continue reading

Medici o industria: chi è più social?

Ha le dimensioni di un gruppo di condomini di un palazzo di modeste dimensioni e nel corso del 2014 ha vissuto i fatidici 15 minuti di celebrità dopo che un giornalista scientifico – sostanzialmente “interno” alla squadra – ha pubblicizzato su The BMJ il caso #pilloleamare (chi legittimamente non sapesse di cosa si stia parlando può …

Continue reading

Social media: usarli o no in sanità pubblica?

L’atteggiamento accademico nei confronti dei social media è, nel migliore dei casi, sintetizzabile nel “vorrei, ma non posso”. Anche quando una rivista indicizzata si decide a dare spazio all’argomento, l’articolo viene puntualmente accompagnato da commenti editoriali che prendono le distanze dagli autori. E’ quanto è successo anche sul Journal of Public Health. Amelia Burke-Garcia e …

Continue reading

Marketing farmaceutico online: vale tutto

La cronaca degli ultimi giorni fotografa un mondo che credevamo superato: pediatri che sconsigliano l’allattamento al seno per promuovere il latte in polvere e cardiologi che programmano l’impianto di dispositivi per mantenere la promessa fatta ai rappresentanti a inizio d’anno. In questo quadro desolante, le parole di uno dei figli dell’anziano venditore di pacemaker sono …

Continue reading

La ice bucket challenge fa male alla salute

Della ice bucket challenge (IBC) si è letto e visto parecchio – dai quotidiani ai social media – ma i commenti si sono quasi sempre fermati in superficie: finanziare la ricerca su una singola patologia non ha molto senso e, in più, si ha la sensazione di aver perso un’occasione per riflettere sulla programmazione della ricerca… …

Continue reading

#pilloleamare: cosa stiamo imparando?

Alberto Donzelli è una persona perbene che da anni cura – per il servizio di educazione all’appropriatezza e medicina basata sulle evidenze della ASL di Milano – dei servizi di informazione rivolti ai medici del capoluogo lombardo, di Pavia e Lecco. Sul foglio informativo Pillole si è in diverse occasioni interessato di un medicina, l’ezetimibe, sostenendo …

Continue reading

ECM Low cost? Sognatela…

Più costa, l’educazione continua in medicina, meglio è. Primo, perché le pratiche amministrative di accreditamento portano un sacco di soldi nelle casse della sanità italiana: più gente partecipa a un evento, più alto è il pedaggio da pagare ad Agenas. Secondo, perché più un progetto è costoso, maggiori probabilità ha di trovare uno sponsor: se …

Continue reading