Apps entusiasmanti realmente inutili

“Mi alzo, faccio una doccia e siedo al computer. Faccio una meditazione di un quarto d’ora, poi rilevo i miei parametri vitali e li trascrivo su Excel. Polso, pressione, glicemia e peso: una volta alla settimana di mando al mio medico. Sono dieci anni che lo faccio; ho il diabete da quando avevo 42 anni …

Continue reading

Decidere e sbagliare, ma lasciando una traccia

“Il cervello di un uomo, in origine, è come una soffitta vuota: la si deve riempire con mobilia a scelta. L’incauto vi immagazzina tutte le mercanzie che si trova tra i piedi: le nozioni che potrebbero essergli utili finiscono col non trovare più il loro posto o, nella migliore delle ipotesi, si mescolano e si …

Continue reading

La caduta di un angelo ribelle

Aaron dead. World wanderers, we have lost a wise elder. Hackers for right, we are one down. Parents all, we have lost a child. Let us weep. Il tweet di Tim Berners-Lee che segue la morte di Aaron Swartz dovrebbe segnare uno spartiacque, tra il prima e il dopo la battaglia per il diritto alla …

Continue reading

Quel maledettissimo pallone

“Quel maledettissimo pallone” era la lamentazione di mia nonna che visitavamo mezzi insanguinati sabato sera dopo che lo spiazzo sterrato di villa Ada era stato teatro di interminabili partite in mezzo alla polvere. Mi è tornato in mente ad ogni pagina leggendo il nuovo piccolo libro di Tito Boeri. Parlerò solo di calcio, avverte dalla …

Continue reading

Numeri da circolo

Settantacinque numeri nelle prime cinque pagine del paragrafo di apertura del nuovo libro di Eric Topol. Dai cinquecento milioni di cellulari di 10 anni fa ai tre miliardi di oggi. Dal miliardo di utenti di Facebook ai 1,5 trilioni di messaggi mandati ogni anno sullo stesso social network. Dai 103 miliardi di pagine viste sul …

Continue reading

Quanto "vale" la e-health?

“Dentro virtual health o e-health ci sono tecnologie e servizi, soluzioni per la medicina sul territorio, monitoraggio, prevenzione e cura a distanza per ridurre i costi della gestione dell’ospedalizzazione, in particolare della popolazione anziana e dei cronici.” Così scrive Luca Tremolada su Nòva, supplemento del Sole 24 Ore, del 15 aprile. Prosegue spiegando che l’insieme …

Continue reading

Regalare non è un dono. Condividere sì

Alla fine del giorno, Bismark ha guadagnato un euro. Basta per un piatto di riso e pomodoro e forse anche per una coscia di pollo cotta sulla brace che arde nel cerchione di un auto. E’ troppo poco, però, per dormire al riparo di una baracca. Passa la notte rannicchiato accanto alla carcassa di un …

Continue reading

Mi passi il telefono? Voglio leggere

Leggiamo in modo diverso da come leggevamo una volta. Oggi qualcuno definisce la lettura “getting an impression of something” e in parecchi si preoccupano. La lingua inglese sta inseguendo le nuove abitudini e si diffondono termini come skimming, scanning, browsing, leafing. Si parla dell’esercizio del leggere come di un’esperienza plurisensoriale e anche le riviste scientifiche …

Continue reading