Covid-19: non è indispensabile andare d’accordo

“Da quando covid-19 è emerso per la prima volta alla fine del 2019, migliaia di ottimi ricercatori hanno lavorato per rispondere a domande fondamentali, vitali e senza precedenti. Quanto velocemente si diffonde il virus se non controllato? Quanto è letale? Quante persone sono già state contagiate? Ora sono immuni? Quali farmaci possono combatterlo? Quale misure …

Continue reading

L’arrogante certezza nei giorni della pandemia

Quasi due mesi di emergenza sanitaria, sociale ed economica e l’Italia è divisa in due. Da una parte chi prova a curare, deve fare scelte dolorose, cerca di guarire o di proteggere un anziano, prova ad accompagnare chi muore, a sostenere chi ha perso qualcuno, ad amministrare onestamente una sanità impoverita, a interpretare numeri, a …

Continue reading

Buon anno, tra incertezza e rapidità

“L’incertezza è onnipresente in medicina.  (…) Eppure è ignorata, la sua importanza sottovalutata e le sue conseguenze taciute. I cittadini potrebbero essere perdonati per aver considerato i medici depositari di certezza, facendo diagnosi o comunicando ricerche dagli esiti trionfali.  Ma in larga misura, noi partecipiamo alla costruzione di questa illusione e la incoraggiamo.” L’editoriale di Steven Hatch uscito sul BMJ nel …

Continue reading

Linee-guida e responsabilità

La legge sulla responsabilità professionale resta al centro del dibattito della sanità italiana. Elogiata da molti, ha il pregio di aver regolato un ambito diventato negli ultimi anni terra di conquista da parte di gente senza scrupoli. Però, restano poco chiari diversi aspetti essenziali dell’applicazione delle norme. Tra queste il metodo di produzione delle linee-guida …

Continue reading

Le linee guida non ammettono incertezza

In assenza di evidenze robuste a favore di un intervento sanitario, che posizione dovrebbero prendere le linee-guida? E’ questa la domanda sottintesa in un articolo uscito su The BMJ a firma di Jeanne Lenzer, che considera le posizioni assunte negli ultimi anni dalla US Preventive Services Task Force in merito a diverse strategie di screening.[i] …

Continue reading

EBM: altro che crisi, servono più prove

La crisi della EBM è nella precarietà dei gradini su cui poggia il percorso clinico proposto all’inizio degli anni Novanta dai clinici e dagli epidemiologi di Oxford e della McMaster: trovare le evidenze nelle riviste, nelle banche dati, nei point-of-care tools, valutare con occhio critico le prove raccolte, filtrarle alla luce della propria esperienza clinica, condividere le decisioni …

Continue reading