Bernie, Hillary e i soldi di Big Pharma

La campagna elettorale presidenziale statunitense si sta radicalizzando. I risultati del voto nel New Hampshire mettono in evidenza una contrapposizione tra un candidato per il quale è stato inaugurato (negli USA) il termine fascista (anche se il Newyorker sostiene di no…) e un altro che non ha problemi nell’auto definirsi socialista-democratico. Trump’s toy fascism is only …

Continue reading

La Politica che sconfigge il cancro

“Sconfiggeremo il cancro.” Hai capito che cosa nuova. E’ una promessa ricorrente di molti politici: talvolta fa parte dei primi annunci in apertura di mandato. Altre volte corrisponde al tentativo di rilanciare più sé stessi che la propria amministrazione, garantendo di essere – o di poter tornare ad essere – il leader di cui il …

Continue reading

Quanto costa stare male

Nel 2015, la casa farmaceutica Amgen ha aumentato il prezzo dell’antinfiammatorio Enbrel del 26 per cento. Pfizer ha ritoccato del 10,6 per cento medio il prezzo di 60 medicinali nel suo listino. Ron Cohen, dirigente della Acorda Therapeutics spiega così queste decisioni: “Our way of insuring that we can survive and develop these programs and …

Continue reading

Cure fast o slow: cosa ci riserva il 2016?

Si può provare disagio nel leggere la storia dei coniugi Mary e Richard Padzur sul New York Times. Mary è morta il 24 novembre per un carcinoma ovarico. Rick è stato per 16 anni chief oncology della Food and Drug Administration (FDA). Da quando la moglie si è ammalata di cancro le approvazioni dei nuovi medicinali …

Continue reading

Cardiologi aggressivi coi colleghi e non coi pazienti

Un medico inglese ogni tre è stato oggetto di comportamenti rudi o aggressivi da parte di colleghi. I peggiori? Radiologi, chirurghi e cardiologi. Attenzione, siamo nel campo della aneddotica, ma perché non cogliere l’occasione per farsi qualche domanda? Lo pensa anche Larry Husten che su Cardiobrief ha dedicato un breve post rinviando alla lettura dello …

Continue reading

Malati e sul lastrico

Alla fine molti medici americani hanno deciso di agire direttamente, senza attendere indicazioni dalle agenzie governative: quella di non prescrivere più i farmaci oncologici dal costo elevatissimo e privi di una sostanziale efficacia è stata una decisione sofferta ma motivata. “Non ha molto senso prescrivere prodotti che promettono pochi vantaggi in relazione al loro costo”, …

Continue reading

Key Opinion Leader: handle with care

L’opinione è una convinzione che non ha in sé una garanzia di verità accertata. Considerata questa intrinseca debolezza, colpisce quanto spazio invece abbiano le opinioni sui giornali, in televisione, in Rete. Chiunque ha un’opinione, avvertiva l’Ispettore Callahan, e opinione è una parola ricorrente anche se dovrebbe essere vista con sospetto: il New York Times ha …

Continue reading

Off-label: quale informazione è più libera?

Una storia di marine e di ancore, di pesci e del loro olio di cui in tanti raccontano proprietà indiscutibili. La vicenda di un prodotto – Vascepa – che è l’unico a comparire nel listino di una società – Amarin – che lo tiene comprensibilmente in grande considerazione. Più diffidente è la Food and Drug Administration – …

Continue reading