Covid-19 e discriminazione

Sappiamo che esiste un problema di discriminazione razziale anche per quanto riguarda la salute. Negli Stati Uniti, le persone di origine latina e i neri americani hanno esiti delle cure peggiori del 30–40% rispetto agli americani bianchi. Chi nasce in una famiglia afroamericana o nativa americana ha un tasso di mortalità significativamente più alto e …

Continue reading

Il pasticciaccio brutto di London Wall

Lancet t new England Journal of medicine pubblicano due articoli basati su dati non affidabili. La credibilità della comunicazione scientifica subisce un colpo molto forte, proprio quando in tempo di covid-19 avrebbe bisogno di solidità.

Continue reading

Covid-19: chi decide che l’informazione è vera?

Di questi tempi, il gruppo su Whatsapp dei compagni del liceo è super attivo. Tutte persone abbastanza benestanti: architetti, sceneggiatori, insegnanti, ai quali il SARS-CoV-2 sta regalando molto tempo libero. La più attiva, però, è una medico ospedaliero, infaticabile nel produrre serie di lunghissimi messaggi che gridano al complotto: il principale bersaglio è l’Organizzazione mondiale …

Continue reading

Ne usciremo cambiati: in peggio?

“Il remdesivir tende a ridurre il tasso di mortalità dei contagiati dal coronavirus. Lo ha confermato il super virologo della Casa Bianca, Anthony Fauci, interpellato nello Studio ovale durante un incontro con il presidente Donald Trump. Fauci ha confermato quanto anticipato dalla casa farmaceutica Gilead che produce l’antivirale remdesivir. Fauci ha definito ‘una buona notizia’ …

Continue reading

Covid-19: non è indispensabile andare d’accordo

“Da quando covid-19 è emerso per la prima volta alla fine del 2019, migliaia di ottimi ricercatori hanno lavorato per rispondere a domande fondamentali, vitali e senza precedenti. Quanto velocemente si diffonde il virus se non controllato? Quanto è letale? Quante persone sono già state contagiate? Ora sono immuni? Quali farmaci possono combatterlo? Quale misure …

Continue reading

L’arrogante certezza nei giorni della pandemia

Quasi due mesi di emergenza sanitaria, sociale ed economica e l’Italia è divisa in due. Da una parte chi prova a curare, deve fare scelte dolorose, cerca di guarire o di proteggere un anziano, prova ad accompagnare chi muore, a sostenere chi ha perso qualcuno, ad amministrare onestamente una sanità impoverita, a interpretare numeri, a …

Continue reading