Pe’ scopa’.

[Chiedo scusa a chi potrebbe giudicare inopportuno un “titolo” obiettivamente non elegante.] L’ordinanza del Governo sulla chiusura delle discoteche è l’ennesima evidenza della distanza tra le politiche sanitarie e la vita quotidiana, tra i principî e i bisogni. Tra la composizione delle Commissioni governative e chi abita il Paese e, alla fine, sceglie in merito …

Continue reading

La fotografia: pensare ai valori e non alle regole

Essenziali, ma non protetti. Si chiama Arghavan Salles ed è medico e ricercatrice a Stanford in California dove lavora su programmi sulla disuguaglianza di genere sui luoghi di lavoro. All’inizio della crisi per la covid-19 è volata a New York per lavorare dalle 7 alle 21 nella terapia intensiva di un ospedale in un’area povera …

Continue reading

Covid e la certezza del dubbio

Monaci, prudenza e comunicazione. Nel chiostro dell’abbadia di Fiastra c’è una lapide che ricorda ai monaci di parlare poco e ascoltare molto (e di preoccuparsi delle conseguenze della propria possibile imprudenza). È in gran parte una questione di umiltà o, più concretamente, di saggezza utile a evitare figuracce: bisogna sempre ricordare che la smentita è …

Continue reading

Maschere e covid-19: si rompono amicizie

Le mascherine facciali sono utili per prevenire il contagio della covid-19? L’efficacia non è provata ma forses conviene adottare il principio di precauzione, Ma la discussione continua e mette di fronte persone che fino a irei si trovavano d’accordo (quasi) su tutto.

Continue reading

Spike Lee, la covid-19 e la distanza sociale

Strade deserte, altalene mosse solo dal vento nel parco giochi, stazioni della metropolitana senza anima viva, distese di fiori nelle aiuole della città senza che nessuno possa goderne. E poi Wall Street, Grand Central Station, lo Yankee Stadium, l’ospedale da campo in Central Park: la voce di Frank Sinatra e le note di New York, …

Continue reading

Covid-19: se non si lavora, si studia

“Non saprei come definirmi” dice Francesca Bosco. È medico dell’ospedale torinese San Giovanni Bosco dove in poco più di due mesi transitano più di 1200 casi sospetti di covid-19. Più di cinquanta medici e 138 infermieri sostengono serie infinite di turni con l’aiuto di decine di operatori sociosanitari e addetti alla sanificazione. A distanza di …

Continue reading

Covid-19 e discriminazione

Sappiamo che esiste un problema di discriminazione razziale anche per quanto riguarda la salute. Negli Stati Uniti, le persone di origine latina e i neri americani hanno esiti delle cure peggiori del 30–40% rispetto agli americani bianchi. Chi nasce in una famiglia afroamericana o nativa americana ha un tasso di mortalità significativamente più alto e …

Continue reading