La concorrenza sleale di PubMed

La National Library of Medicine (NLM) preannuncia un nuovo servizio: PubMed Commons. Uno spazio di commenti alla letteratura internazionale. “We hope that PubMed Commons will leverage the social power of the internet to encourage constructive criticism and high quality discussions of scientific issues that will both enhance understanding and provide new avenues of collaboration within …

Continue reading

Il libro muore perché muoiono gli editori

Estate: c’è la crisi e, scartate le vacanze più costose, sembra che la fatidica ultima spiaggia sia proprio la lettura.   Allora, a prescindere dalla durata della pausa dal lavoro, porti appresso una borsa di libri, scelti con cura tra quelli comprati nelle ultime settimane e bilanciando peso, argomento, fiction e non. La determinazione ad …

Continue reading

Le cene romantiche degli scienziati

Un piccolo tavolino sul mare con i piedi nell’acqua. Polipetti con polenta. Passata di pomodoro col basilico. Polpettine di carne come le preparava la mamma. Contorno di carciofi. Panettone e gelato di crema con le fragole. Niente pane. Se possibile un’insalata di mare. Un menu un po’ scombicchierato e senza stagioni, è il caso di …

Continue reading

L’innovazione è accettare di discutere sempre

Il Ssn può ignorare l’innovazione così come subirla, sostiene Antonio Addis dell’Agenzia sanitaria e sociale emiliana parlando al seminario sulla comunicazione dell’innovazione del 4 e 5 luglio. Di seguito, altre cose interessanti. Il punto di vista di produttori e governi sulle novità tecnologiche continua a essere diverso. Da una parte, si guarda alla sicurezza e …

Continue reading

Manfredi in Fanteria e a noi l'astanteria

Le parole sono un gioco. Da Scarabeo a Ruzzle, dall’Eredità alla Settimana enigmistica, stiamo là a combinare lettere con l’incubo del tempo che scorre misurato da clessidre o cronometri. Le parole sono un gioco che presuppone l’urgenza di un tempo sempre prossimo allo scadere. Spostarsi da un pesce ad un amore passando per peschereccio rete …

Continue reading

Copertine un Po illogiche

“Non è che Munari ‘facesse le copertine’. Veniva lì e discuteva”. Munari è Bruno e chi racconta (a Severino Cesari nel Colloquio del 1991) è Giulio Einaudi. Munari arrivava da Milano che voleva dire due ore di viaggio e un altro mondo: la creatività “innestata” (così dice Einaudi) nel pragmatismo della tecnica tipografica. “Gli dicevo: …

Continue reading

La persona competente vede i rischi della tecnologia

“Le passeger qui, pour la premier fois, s’élève dans l’air, va d’étonnement en étonnement. Sa vision du mond est toute bouleversée. C’ést, en effet, la vision verticale qui, soudain, se substitue à la vision horizontale ò laquelle il était toujours habitué. Aussi, le voyager aérien est il parfois complètement perdu en l’air. C’ést toute une …

Continue reading

Prova costume per la comunicazione

Se hai pochi soldi, per decidere come spenderli conviene essere bene informati. Vale per la qualità di una giacca, ma ancora di più per il valore di una medicina o di una siringa. Però il tempo per ragionare sullo shopping non è mai sufficiente e le decisioni sono prese di corsa. Per avvicinarsi ad una …

Continue reading