Documentate perdite di tempo

L’iPad è la nostra anima, dice Maurizio Ferraris: riflette il nostro volto ed “è” noi perché al suo interno registriamo tutto: scritture, video, immagini, suoni. L’allievo di Vattimo gira l’Italia sostenendo un’idea interessante: tutti gli aggeggi che abbiamo in tasca, nello zaino o in borsa non servono per comunicare, ma per registrare il nostro stare …

Continue reading

L'e-book fa risparmiare

Il dorso di un libro misura in media due centimetri e mezzo. Dai, più o meno, mica vorrai stare lì a misurare. Dividi la lunghezza dell’insieme degli scaffali che hai in casa per questi due centimetri e mezzo: viene fuori quanti libri hai. Che poi, si chiamano “luci”, gli scaffali. Luci oscurate dai libri. Ma …

Continue reading

Jobs, il Lancet e la qualità di vita

Mi è capitato di leggere consecutivamente il numero speciale di Lancet Oncology dedicato alla sostenibilità delle cure e il racconto sul New York Times e su vari magazine americani delle ultime settimane vissute da Steve Jobs. Da una parte, un’analisi puntuale, finalmente senza apparenti condizionamenti, pragmatica al punto che a qualcuno potrà sembrare cinica: l’assistenza …

Continue reading

iHeaven e il nostro inferno

E’ atteso da un iHeaven, Steve Jobs. Mentre noi, il nostro inferno, ce lo siamo davvero meritato. Con il mondo profondamente colpito dalla morte di uno dei fondatori della Apple, in Italia siamo alle prese con qualcosa che in quasiasi Paese normale sembrerebbe uno scherzo: il tentativo (la pretesa?) di regolamentare il web. Si crede …

Continue reading

Ecocardiografi in tasca

Al congresso Europeo di Cardiologia sono stati discussi i nuovi ecocardiografi portatili. “Ecoscopi”, precisa Rosa Sicari del CNR di Pisa. Un’intervista interessante su Hypertension.it

Continue reading

Toccati dal medico

Quando Cesare, l’altra sera, mi ha chiesto di togliere la camicia e ha iniziato ad auscultarmi il petto ho provato un senso di sollievo. Ho avuto conferma che si stesse prendendo cura di me e sono sicuro che questo contatto abbia anche influenzato il risultato della misurazione della pressione. Per una volta, niente ipertensione da …

Continue reading

La Roma e gli endpoint surrogati

Se decidi di sperimentare un medicinale per convincere un’agenzia regolatoria ad approvarlo o un medico a prescriverlo dovresti cercare di dimostrarne l’efficacia nel modo più chiaro possibile. Di solito – di norma o per opportunità – il confronto è col placebo. Molto più opportuno sarebbe studiare in parallelo l’efficacia o la sicurezza del farmaco più …

Continue reading

Valutare le tecnologie senza scorciatoie

“La medicina è una scienza imperfetta, un’impresa che si basa su conoscenze in continua evoluzione, su informazioni imprecise e su individui che possono sbagliare proprio quando la vita delle persone è in pericolo”. Non c’è da stare allegri, a dare retta ad Atul Gawande, chirurgo di Harvard che personifica il lato più cool della medicina …

Continue reading