Sòle e tabacchi

Nella splendida cornice di Palazzo Zuccari, un prestigioso panel di medici cardiologi di chiara fama e di navigati politici noti per la competenza nell’attività di raccolta fondi si sono riuniti per raccontare quanto sia difficile convincere i pazienti cardiopatici a smettere di fumare. “Come cardiologo io lotto fino in fondo per far smettere i miei …

Continue reading

Opaca come la Coca-Cola

Quando si parla di conflitti di interessi, ci si dimentica di pensare all’industria alimentare: probabilmente, i finanziamenti ai centri di ricerca delle grandi multinazionali del cacao, dei cibi super salati, delle merendine per bambini e delle bevande zuccherate fanno più danni di quelli causati dalle aziende farmaceutiche. Un articolo pubblicato sul Journal of Public Health …

Continue reading

Il miraggio della salute universale

Il Bangladesh, con una popolazione di 167 milioni di abitanti, ha visto recentemente modificare il proprio status e da nazione classificata come paese a basso reddito è oggi a “reddito medio”, avendo compiuto alcuni progressi nella riduzione della povertà. Ma ecco qualche numero: la mortalità tra i bambini di età inferiore ai 5 anni è …

Continue reading

Idee radicali (anche) per la sanità

Intersecazione tra livelli e contesti diversi. Ribaltamento del concetto di merito. Convinzione della possibilità di evitare il determinarsi delle disuguaglianze, senza limitare differenza e diversità. Questi sono solo alcuni dei temi guida delle 15 proposte del Forum delle disuguaglianze e della diversità. Il risentimento e la rabbia per le disuguaglianze sono le reazioni utili a …

Continue reading

Inguaribili ottimisti

Siamo circondati da cose straordinarie e non ce ne rendiamo conto. A parte il panorama di Roma che ogni giorno ipnotizza mio cugino – romano pure lui, eh – le cose davvero meravigliose riguardano la salute: è un continuo usare superlativi (1). E’ tutto un breakthrough. Si ricorre a superlativi per descrivere farmaci antitumorali approvati …

Continue reading

La Resistenza del medico pittore

Gabriel Deplante era un giovane medico diplomato a Lione quando partecipa alla battaglia di Narvik in Norvegia nel corpo di spedizione franco-britannico. Prima ufficiale medico, poi battaglione di Fanteria. Dopo l’armistizio del 1940 Il dottor Deplante si sposò e divenne chirurgo all’ospedale di Rumilly, sua città natale.  Decide, a quel punto, di entrare nella Resistenza …

Continue reading

Il paziente sceglie il farmaco sul menu

Il meccanismo è semplice: il paziente si prescrive la medicina e il medico approva. Il tutto viene fatto online. Un articolo sul New York Times spiega come funziona. “Proprio come Uber, che sostiene di non essere un’azienda di trasporti anche se collega autisti e passeggeri, i siti che vendono medicinali sostengono di essere piattaforme tecnologiche, …

Continue reading