Le competenze perdute del medico

Nei primi anni Ottanta del secolo scorso il British Medical Journal (allora si chiamava ancora così) iniziò a pubblicare una serie di articoli in una serie intitolata “How to do it”. Si spiegava come fare tutte quelle cose che un medico doveva essere capace di eseguire ma che all’università non venivano insegnate. Qualche esempio? Come …

Continue reading

Il capitalismo ci sorveglia

Ill libro di Shoshana Zuboff – Il capitalismo della sorveglianza – è un atto d’accusa per le grandi società informatiche, da Google ad Amazon. I cittadini sono espropriati della loro libertà e sono ridotti a consumatori senza diritti.

Continue reading

Conflitti: al revisore non interessano

Chi fa la peer review di un articolo scientifico non tiene in particolare conto i conflitti di interesse degli autori. (1) La valutazione della qualità del contenuto, infatti, di solito prescinde dalla conoscenza delle relazioni tra gli autori e le aziende che potrebbero trarre vantaggio dalla pubblicazione. Non c’è da sorprendersi, perché i risultati dello …

Continue reading

Gøtzsche, Cochrane e il futuro delle prove

Le vicissitudini di Peter Gøtzsche hanno suscitato interesse, soprattutto però da parte di chi già conosceva gli attori, la trama e persino lo scontato finale della storia: quella che ha portato un giovane laureato danese dall’impiego in un’industria farmaceutica al lavoro di revisione sistematica della ricerca clinica nell’ambito della Cochrane Collaboration, fino alla sua espulsione …

Continue reading

Buon anno, tra incertezza e rapidità

“L’incertezza è onnipresente in medicina.  (…) Eppure è ignorata, la sua importanza sottovalutata e le sue conseguenze taciute. I cittadini potrebbero essere perdonati per aver considerato i medici depositari di certezza, facendo diagnosi o comunicando ricerche dagli esiti trionfali.  Ma in larga misura, noi partecipiamo alla costruzione di questa illusione e la incoraggiamo.” L’editoriale di Steven Hatch uscito sul BMJ nel …

Continue reading