Un iPad per tutti! Ehm, per alcuni

Durante la campagna elettorale per la poltrona di governatore dello stato australiano di Victoria – il secondo più popoloso dell’isola – il candidato laburista John Brumby ha promesso che in caso di sua riconferma ogni medico del sistema ospedaliero pubblico verrà dotato a spese dello Stato di un iPad nuovo fiammante. “Man mano che la …

Continue reading

Quando il manuale sarà ad open access…

I manuali per gli studenti sono una delle principali fonti di ricavo per le case editrici scientifiche. Pensa che negli Stati Uniti ci sono 19 milioni di studenti nei college e ciascuno spende una media di 850 dollari l’anno per i libri di testo; più o meno, un’industria da 10 miliardi di dollari e la …

Continue reading

Bloggers senza frontiere

Passa uno dietro di te che leggi questo post e ti chiede: “Di che parla ‘sto blog?” Ehi, è a te che sto dicendo, rispondi: di che parla DottProf? Se dici “di medicina” sbagli. Facciamo prima: qualsiasi risposta sarebbe sbagliata. Per definizione, internet non accetta più categorie. Inclassificabile, come i compiti del compagno dell’ultimo banco. …

Continue reading

L'iPad sedurrà il medico?

L’iPad può diventare l’ideale compagno di lavoro elettronico del medico? “Nel mercato dell’assistenza ospedaliera in fase acuta credo sia difficile che venga adottato su vasta scala”, sostiene John Moore sul sito Mobihealthnews. “Non possiamo considerarlo fino in fondo un dispositivo mobile e non è abbastanza grande per le applicazioni di terapia intensiva. Ha un grande …

Continue reading

Le riviste scientifiche fanno un sacco di soldi: chiuderanno?

Stai leggendo gratis. E senza pagare una lira (un euro, pardon) puoi leggerti anche Malcolm Gladwell sul New Yorker, Chris Anderson e Michael Nielsen sui loro blog: tutti a scrivere sull’economia del dono e sulle sue conseguenze nel campo della comunicazione. In poche parole: Anderson è stato tra i primi a sostenere che “information wants …

Continue reading

Con gli e-book cambierà anche la scrittura

Gli e-book cambieranno non solo il nostro modo di leggere ma anche la maniera di scrivere. Vale la pena di leggere l’articolo di Steven Johnson sul Wall Street Journal: secondo lui (ha una certa esperienza avendone scritti sei, di libri, nelle ultime stagioni) gli autori non potranno non pensare al fatto che le persone che leggeranno …

Continue reading

Paziente informato mezzo salvato

Immagina di avere a portata di mano un libretto fatto di schede sui benefici e sui rischi delle procedure diagnostiche e delle terapie più utilizzate. Prima di prescriverle, il medico lo apre e lo usa come traccia per parlarne al paziente. Non esiste ed è una bella idea di Roni Zeiger, medico e product manager di …

Continue reading

Twitter e Facebook inibiscono i sentimenti?

Uscirà la prossima settimana sui Proceedings of the National Academy of Science (PNAS) come “early release online” un articolo di ricercatori della University of Southern California che hanno studiato con metodiche di imaging cerebrale le reazioni neurologiche di utenti volontari di siti di social web. I risultati sembrano dimostrare che il formarsi di giudizi morali …

Continue reading