Press enter to see results or esc to cancel.

Piano vaccinale covid-19: strategico senza strategia

“Vista la possibile disponibilità di vaccini nel breve periodo, presso il Ministero della Salute è stato istituito un gruppo di lavoro intersettoriale per fornire al Paese un piano nazionale per la vaccinazione anti-SARS-CoV-2 ad interim, con l’intento di definire le strategie vaccinali, i possibili modelli organizzativi, compresa la formazione del personale, la logistica, le caratteristiche del sistema informativo di supporto a tutte le attività connesse con la vaccinazione, gli aspetti relativi alla comunicazione, alla vaccinovigilanza e sorveglianza, e ai modelli di impatto e di analisi economica”. Nel documento presentato dal Ministero della Salute ci sono parecchi verbi al condizionale e molti auspici.

Only full transparency and rigorous scrutiny of the data will allow for informed decision making. Peter Doshi, The BMJ

In sostanza il documento è ricco di speranza (minuscolo) e povero di dati. Finché la European Medicines Agency non avrà valutato e condiviso informazioni dettagliate sui risultati degli studi dei vaccini approvati, qualsiasi documento programmatico è una dichiarazione d’intenti e non un piano operativo.

Questo paragrafo del documento avrebbe dovuto essere formulato diversamente: “Le raccomandazioni saranno soggette a modifiche e verranno aggiornate redatte in base all’evoluzione delle conoscenze e alle informazioni appena saranno disponibili informazioni documentate su efficacia vaccinale e/o immunogenicità in diversi gruppi di età e fattori di rischio, sulla sicurezza della vaccinazione in diversi gruppi di età e gruppi a rischio, sull’effetto del vaccino sull’acquisizione dell’infezione, e sulla trasmissione o sulla protezione da forme gravi di malattia, sulle dinamiche di trasmissione del virus SARS-CoV-2 nella popolazione nazionale e sulle caratteristiche epidemiologiche, microbiologiche e cliniche di COVID-19″.

In un webinar tenuto qualche giorno fa, Peter Doshi ha fatto un esempio molto chiaro di come gli annunci nei comunicati stampa sull’efficacia dei vaccini abbiano nessun significato. Immaginiamo infatti che i dati reali mostrino che il vaccino sia studiato su 30 mila persone equamente divise in un braccio assegnato all’intervento e uno al placebo. Nel primo gruppo potrebbero essersi verificati 60 casi di covid-19 di cui 32 in persone con un rischio basso (giovani adulti sani) e 28 in persone anziane: con un risultato di 3 ricoveri in ospedale e un decesso. Nel gruppo di controllo (placebo), potrebbero invece essersi registrati 150 casi di malattia di cui 120 in persone a basso rischio e 30 in anziani, con uguale esito finale rispetto al gruppo assegnato al vaccino (3 ospedalizzazioni e un decesso). Quindi, la comunicazione industriale riferita al solo rapporto tra numero dei casi (intervento vs controllo) dovrebbe lasciare indifferenti.

Un piano vaccinale onesto avrebbe dovuto essere preparato solo dopo aver avuto risposta a domande specifiche, tra cui le seguenti (non in ordine di importanza): Gli studi approvativi sono stati condotti osservando scrupolosamente il protocollo? Come rispondono gli anziani al vaccino? Come rispondono le persone con diabete, patologie cardiovascolari o malate di cancro? Le donne in corso di gravidanza possono essere vaccinate? Le persone vaccinate possono trasmettere il virus? Quanto dura l’immunità dopo la vaccinazione?

Una programmazione a medio termine, invece, potrebbe essere definita solo quando saranno disegnati e svolti studi nuovi che abbiano risposto a interrogativi di ricerca differenti, tra cui: La vaccinazione riduce il rischio di morte? In quali popolazioni? Qual è la sicurezza a lungo termine?

Infine: aggiungere l’aggettivo “strategico” alla locuzione “piano vaccinale” è un di più temerario. Difficile pensare che esista una “strategia” da parte di chi naviga a vista rinnovando decreti a distanza di giorni o settimane.

La foto in alto è di Transformer18 ed è intitolata Covid19. E’ su Flickr Creative Commons: grazie all’autore.

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

BAL Talk 28 | Covid-19: una mappa online per conoscere e decidere | BAL Lazio bal.lazio.it/notizie/bal-ta…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…