Industria, tutt’altro che ingenua

Oltre i 32 gradi la batteria del telefono soffre. Non solo lei, in realtà. Tutti soffriamo. Nei capannoni della Fiera di Roma, solo un sospetto di aria condizionata mitiga la sensazione di soffocamento dei 31 mila iscritti al congresso della European Society of Cardiology. La batteria del telefono stenta e tanti tra i cardiologi si aggirano …

Continue reading

Quale responsabilità per il giornalista scientifico?

Una via di mezzo tra informazione e intrattenimento:  ecco cos’è la gran parte del giornalismo scientifico. Infotainment, scriveva Jalees Rehman sul Guardian tre anni fa:  dalle posizioni più bizzarre dell’accoppiamento animale  alle associazioni imprevedibili tra cibi e longevità o all’ennesima medicina miracolosa che – chissà perché – potremmo tranquillamente far crescere noi stessi sul balcone di …

Continue reading

Numeri e uso cattivo delle parole

Ci addormentiamo a fatica pensando alla crescita zero della produzione nel secondo trimestre dell’anno. Ci svegliamo di notte con l’incubo del 35,6% di disoccupazione giovanile in Italia, oltre dieci punti dalla situazione tedesca. Ripensiamo al 43.03 di Van Niekerk nei 400 nello stadio di Rio. Divisi tra la confortante certezza del cronometro olimpico e la rassegnata …

Continue reading

Lettori o consumatori?

Il Salone internazionale del libro è nato a Torino nel 1988 e, dopo quasi 30 anni, l’Associazione italiana editori (AIE) ha deciso di non sostenerlo più e di costruire un evento alternativo e contemporaneo a Milano. Non è una baruffa campanilista ma una questione che suggerisce una riflessione sullo stato della cultura italiana e sui …

Continue reading

Ioannidis contro tutti

L’enfasi su una medicina basata sulla genetica, supportata da un grande investimento nella information technology ha animato e continua ad animare la medicina di oggi. Ci stiamo raccontando una storia fatta di successi e prospettive, scrivono Michale J. Joyner, Nigel Paneth e John P. A. Ioannidis sul JAMA, una storia di aspettative fondate sulla terapia …

Continue reading

Obbligo di ECM istituzionale?

Nei maschi anziani con un’attesa di vita prevedibilmente limitata, vuoi per l’età vuoi perché sofferenti di altre patologie, prescrivere l’esame del PSA per la diagnosi di cancro della prostata non è giustificato. Eppure, 4 persone su 10 con un’aspettativa di vita pari o inferiore a 5 anni si vedono suggerito l’esame. [i] Anche con l’ecodoppler della …

Continue reading