Dalla Evidence-based Medicine alla BUEM?

Come si fa a raccontare la medicina basata sulle prove ad una ingegnere elettronico? Come riflettere insieme ad un fisico sul ruolo del paziente nel prendere decisioni sulla salute? Come spiegare ad una laureata in lettere l’utilità delle revisioni sistematiche e la differenza con le rassegne narrative senza annoiarla a morte? Non sono sicuro di …

Continue reading

“Prima che io vada”: un neurochirurgo e il cancro

Se n’è andato a 39 anni, dopo aver avuto la forza di raccontare pubblicamente la propria storia, prima sul New York Times e poi sul magazine Stanford Medicine. Neurochirurgo dell’Istituto di Neuroscienze dell’università di Stanford, Paul Kalanithi aveva scoperto due anni fa di essere malato di cancro polmonare metastatico. I suoi pensieri finali sono stati …

Continue reading

Il medico che chiamava le pulci col nome

Il buio di quegli anni era modestamente colorato solo dalle pennette alla vodka e dal salmone che qualcuno aveva scoperto essere un pesce abbastanza grosso che non nasceva affumicato e fatto a fette, così da poter essere messo in forno. Per il resto, c’era l’angoscia delle bombe, dei colpi di stato, degli attentati e dei …

Continue reading

I rituali della nostra vita

“E quindi?” avevo chiesto’ “I guess we’ll have to wait until 2050 to find out the quindi.” La risposta di Jacqueline chiariva che, in fin dei conti, era un’inquietudine relativa: come può esserla una cosa che ti sembra così lontana che potresti tranquillamente pensare che non ti riguarderà direttamente. Nel 2050 – mancano 35 anni – …

Continue reading

E’ sbagliato mettere fretta al malato

Spiegando la realtà clinica ai pazienti in modo troppo semplice, i medici rischiano di nuocere al malato? Se lo chiede Peter Ubel in un interessante articolo uscito su Forbes1. Forse richiamandosi al famoso libro del premio Nobel Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci2, l’editorialista del settimanale economico sostiene che la risposta a una sollecitazione intellettuale può …

Continue reading