Trance da dentifricio e la difficoltà di decidere

Quando abbiamo poca scelta è più probabile che prendiamo una decisione. Se non ci credi, pensa alla espressione ebete che hai davanti agli scaffali del supermercato che espongono dentifrici [tu non ti vedi, ma noi sì: quindi, fidati: hai un’espressione da idiota]. Nello spazio di pochi secondi pensi al grado di abrasività della pasta del …

Continue reading

Il libro e la sindrome di Alessio

Rientriamo dal panino della pausa del pranzo e un grande camion di Bartolini cala il piano di scarico verso l’asfalto. “Stanno consegnando il bancale di Amazon per Alessio”, fa Giorgio. Con l’espressione “sindrome di Alessio ” si intende lo specifico disturbo del controllo degli impulsi che porta ad un acquisto – se non compulsivo “intensivo” …

Continue reading

La caduta di un angelo ribelle

Aaron dead. World wanderers, we have lost a wise elder. Hackers for right, we are one down. Parents all, we have lost a child. Let us weep. Il tweet di Tim Berners-Lee che segue la morte di Aaron Swartz dovrebbe segnare uno spartiacque, tra il prima e il dopo la battaglia per il diritto alla …

Continue reading

Agenda: le cose da fare insieme

Rischia di essere la parola dell’anno, agenda: le cose da fare. Nonostante sia un termine – ma prima ancora un oggetto – fuori moda: c’è qualcosa di retro, in questa riscoperta. Da piccoli, nei giorni dopo l’epifania non era difficile trovare un’agenda poggiata in casa per la prima persona che ne avesse bisogno. Nonni, genitori, …

Continue reading

Livelli essenziali della Politica

Sperare che qualcosa di importante cambi solo perché si è girato un foglio al calendario è probabilmente ingenuo. Eppure, basterebbe poco per fare passi avanti. Per esempio, potremmo intenderci sul significato delle parole. Un termine inglese l’abbiamo imparato a capodanno: cliff.  Se lo vedi da lontano e di fronte, un cliff può farti impressione ma …

Continue reading