Riportare la salute al centro della sanità

Mangiare meno formaggio. Non andare in moto a fare la spesa. Arrivare alla partita di calcetto in tempo per fare il riscaldamento. Evitare di dormire a pancia sotto. Appena fa meno freddo, fare un’ora di corsa alla settimana. Ecco la mia “top five list”. Qualcosa del genere la propose Howard Brody alla medicina statunitense un …

Continue reading

Governo tra Twitter e retorica accademica

Dopo il papa, anche Monti: speriamo che Twitter aiuti entrambi a comunicare in modo migliore. Che fatica ascoltare il discorso di congedo del presidente del consiglio dimissionario: frasi interrotte, sguardo verso il tavolo alla ricerca di fogli, costante inseguimento delle parole più adatte, frequenti indecisioni. Per fortuna ha scoperto l’uccellino e i suoi 140 caratteri: …

Continue reading

La più intelligente era la sala

Metti cinquecento persone in una sala e non riesci a distinguerne i volti. Ho provato questa sensazione venerdì scorso a Bologna, durante la giornata organizzata per ripartire con un anno migliore tra solo una quindicina di giorni. “Devi cambiare gli occhiali, sei in un’età critica”. Vero, devo cambiare gli occhiali. Queste, di lenti, mi hanno …

Continue reading

Venghino, signori, venghino…

Sono i contenuti che fanno un giornale. Hai voglia a chiamarti Le Monde, NYT o Corriere ma se sulle tue pagine non gira roba buona i lettori scappano e vanno da altri. E’ così anche per le riviste scientifiche: Nature e Science, prima di ogni altra, devono il proprio prestigio alle cose che pubblicano. Lo …

Continue reading

Tutti morimmo a stent

Uno dei momenti più delicati, nel confronto tra Pierluigi Bersani e Matteo Renzi, riguardava il mancato contrasto al conflitto di interessi ai tempi del governo Prodi. Dev’essere una questione davvero irrisolvibile, questa dei “competing interests” se è vero che anche al di là dell’oceano la medicina statunitense sta per alzare bandiera bianca. Un commento sul …

Continue reading