Press enter to see results or esc to cancel.

Cortazar, Page e l’importanza della voce

Più di un mese in autostrada su un pulmino Volkswagen rosso, non per i lavori sulla Salernoreggiocalabria ma per trasformare il viaggio nella meta stessa. Lui è Julio Cortazar, lei si chiama Carol Dunlop ed è molto più giovane del compagno argentino. Lei è ammalata, lui è anziano: una storia triste ma molto allegra (guarda questo video). Questo viaggio che è congedo dal mondo è raccontato in un libro che dev’essere bello come il titolo: Gli autonauti della cosmostrada. Uscito nel 1982 in spagnolo, lo ha pubblicato ora Einaudi.

Per onorare Cortazar, ho ripreso in mano i racconti di Qualcuno che passa di qui. Il primo è bellissimo, anche qui a iniziare dal titolo: Cambiamento di luci. Luciana si innamora del protagonista semplicemente conoscendo la sua voce. Nulla di più, perché la voce le basta e quando si incontreranno la passione rapidamente finirà. Perché la voce si alternerà alla vista, al tatto e ai silenzi.

Pensiamo poco a quanto conta la voce. È bastato che Larry Page la perdesse perché i giornali economici e gli azionisti di Google entrassero in agitazione (a onor del vero, preannunciare che Larry tornerà a parlare a fine luglio non è proprio una cosa normale eh…). Il silenzio, scrive Nicoletta Polla-Mattiot in Pause, “è figura della fine” e, riprendendo Maria Grazia Ciani e i suoi lavori su Ippocrate, è segno funesto, sintomo e traduzione fisica di un disagio. “Scenderemo nel gorgo muti” scrive Pavese in una delle sue poesie più tragiche.

Ad ogni buon conto, Page volterà pagina e tornerà a parlare (poco, come prima) ma resta la sensazione di vulnerabilità di una new (?) economy in cui anche quella che Tim O’Reilly ha “diagnosticato” come una raucedine rischia di bruciare milioni di dollari.

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Nel post elezioni mi stupisco sempre due cose : 1) il numero enorme di non votanti ( ignorato da tutti ) 2) continuare a commentare e a confrontare dati percentuali ignorando i numeri assoluti tra una elezione e l' altra .@RaiNews @TgLa7 @domanigiornale @ilcorriereit @sole24ore

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…