Press enter to see results or esc to cancel.

Dove trovare immagini per le presentazioni?

“Dove trovi le immagini per le presentazioni?”
E’ una domanda che sento spesso dopo gli interventi a convegni o a seminari e allora provo a rispondere.

Il VFC su un muro di Roma.

Foto fatte da me. Giro con una digitale nello zainetto: niente di particolare, abbastanza vecchia e pesante. Serve per fotografare cose strane da associare a concetti, sfondi o pattern (cieli, nuvole, muri, campi) e graffiti.

Questi sono utilissimi: svegliano la gente e si fanno ricordare. La scritta VFC spruzzata da Giada su un muro di Roma la uso per suggerire ai medici che scrivono di non esagerare con le abbreviazioni.

Per la cronaca, VFC è l’acronimo di “Vaccine For Children”, mica di vaffanculo eh…

 

 

Il Salento di Brigitte.

Foto fatte da amici. Gli album degli amici su Facebook sono una fonte preziosa.

Li sfoglio con curiosità non per sapere se hanno nuovi fidanzati ma per rubare il loro sguardo sul mondo. Avverto sempre, perché sono contenti di sapere che una loro foto scattata chissà dove può accompagnare un ragionamento su cose in apparenza anche molto distanti.

Tra le foto di amici trovo mari, volti, mani, sorrisi, ancora nuvole, alberi…

 

 

Il Kindle di un utente Flickr.

Foto fatte da persone brave che non conosco. Per questo c’è Flickr, soprattutto.

Gran parte delle immagini è coperta da copyright; per questa ragione, per fare prima, uso la ricerca avanzata chiedendo solo foto pubblicate con la licenza Creative Commons. E’ possibile scaricarle in formati di diversa dimensione.

C’è anche Picasa, comunque: meno ricco, ma potenzialmente utile anche se cercare foto somiglia troppo ad una search in Google Images…

 

 

Da una "Galleria" di Repubblica...

Foto fatte da gente capace. Non che gli amici non lo siano, ma archiviare delle foto professionali è una gran bella soddisfazione. Come riuscirci? Personalmente, seguo le segnalazioni che quotidiani e riviste professionali fanno di premi e concorsi.

Si tratta, per lo più, di “gallerie” tematiche. Quando non c’è Flash di mezzo, salvare le foto è molto semplice. La foto accanto era di una serie di immagini di traffico cittadino visto dall’interno di un’automobile: sotto la pioggia e senza tergicristallo. Splendide: ideali per rendere la complessità, l’indecisione, una prognosi incerta…

 

 

Che starà guardando?

Foto di banche dati. Lavorando in una casa editrice sono fortunato, perché posso accedere a diverse banche dati di immagini. E’ un “privilegio” non così esclusivo come potrebbe sembrare: la registrazione annuale può costare anche poco, meno di un centinaio di euro che, nel caso di un’istituzione, è davvero poca cosa. Un servizio da raccomandare caldamente a qualsiasi Asl o industria farmaceutica…

La foto accanto è presa da Photostogo.com una risorsa eccellente per le still life e per le ambitissime immagini “a fondo bianco” che valorizzano qualsiasi presentazione. Una ragazza scandalizzata è ottima per parlare di conflitti di interesse, ma anche di retractions e altre malpractice editoriali…

Di foto belle ce n’è un sacco. Non esageriamo, però: sono relazioni e non lezioni di fotografia…

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…