Press enter to see results or esc to cancel.

Farla breve

Dice Eliot che aprile è il più crudele dei mesi: ti credo, è tempo di bilanci. Non a caso, nasce l’urgenza di fare pulizia (è Pasqua no?) e spesso cogliamo l’occasione per sbarazzarci di qualcosa, di gettare le robe inutili. Il desiderio è vedere meglio, fare chiarezza. E meno cose ci sono in giro, più lo sguardo è pulito.

Il bilancio di un’azienda è più leggibile se è snello, razionale e organizzato bene. Una squadra di calcio vince se gioca con semplicità, tiene la palla a terra e i giocatori non si perdono in dribbling inutili. Un medico si prende cura del malato se – come raccomandava Osler – pensa prima al facile, prescrive gli esami opportuni e pochi medicinali appropriati.

La comunicazione non sfugge a questa regola. Consiglia Guy Kawasaki:

  • e-mail: sei frasi.
  • Video: sessanta secondi.
  • PowerPoint: dieci slide.
  • Business plan: venti pagine.

Just do it. Siamo scortesi quando siamo prolissi e non siamo gentili se facciamo i cerimoniosi.

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Only football players manage to become Italian citizens. In a few days @LuisSuarez9 became Italian. Thousands of migrant children born in Italy do not obtain citizenship even after years of waiting. #inequality @MEDUonlus @SaveChildrenIT @MichaelMarmot editorialedomani.it/idee/comm…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…