Press enter to see results or esc to cancel.

La salute? Questione di informazione, non di scienza

Thomas Goetz è l’executive editor di Wired. Dopo dieci anni di vita da giornalista è tornato a scuola per prendere il Master in Public Health alla UC di Berkeley. E’ convinto che la nostra salute dipende da quanto siamo informati.

Chi ha letto il suo libro The decision tree, uscito l’anno scorso, ha detto che Goetz prevede il futuro dell’assistenza sanitaria meglio di chiunque altro … sul pianeta.

Nella sua TED Conference , Goetz sostiene che la salute delle persone dipende da quanto e da come sono informate; in un passaggio chiave della sua “lezione”, ti convince che l’informazione ha senso solo se riesce a indurre un cambiamento positivo. Fa l’esempio di una cosa che funziona, quei display che sulla strada ti dicono a quanto stai andando in automobile: stai per entrare in un centro abitato e il segnale luminoso ti dice che vai a 70 km/h. Al di sotto, un cartello ti dice: 50. E’ quasi sicuro che freni o comunque rallenti. Ecco il loop positivo che dall’informazione ti porta verso una scelta e la decisione di cambiare.

Successivamente, Goetz mostra gli stampati delle nostre analisi di laboratorio o della visita cardiologica: qualcuno ci capisce qualcosa? Con tutti i soldi che firano intorno alla sanità, possibile non si possa fare di meglio? Il “paziente” vuole sapere cosa ha, qual è la gravità o il livello di rischio e cosa può fare per star meglio o per vivere più sereno. Punto. Perché tutte quelle cifre incomprensibili?

Per non parlare dei farmaci. Ci vorrebbe davvero poco a preparare delle schede sintetiche sui medicinali, dei Drugs Facts. A che serve, quali controindicazioni, come prenderlo. Punto (un altro).

La conferenza dura 16 minuti. Da non perdere.

Comments

2 Comments

Maria Pigaiani

La scienza deve fare la sua parte ma oggi sono sempre più convinta che le persone debbano sapere il reale significato dei risultati delle analisi e non accontentarsi degli stampati con gli asterischi che segnalano i valori alterati… Non è possibile oggi, alla domanda “è diabetica? Sentirsi rispondere “il dottore mi ha detto che ho appena una punta di diabete, che non è grave”, oppure per altre patologie “sa ho un carcinoma micro papillare… “e la persona te lo dice come se dovesse morire a breve, ignorando che tolta la ghiandola con il carcinoma, la sua aspettativa di vita è ottima, solo se ne fosse consapevole. I professionisti della sanità non dovrebbero più permettere equivoci, scarse informazioni, dire e non dire, …
Oggi più che mai urge il bisogno di informare perché persone attente e consapevoli faranno di tutto per mantenere la salute e se non si arriverà a questo, si dovrà fare comunque perché le risorse finanziarie per la salute non sono infinite…

Jacqueline Costa

per chi volesse approfondire le proposte di Goetz consiglio SWITCH di Chip and Dan Heath,e NUDGE di Thaler e Sunstein.


Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Va beh, mi hanno invitato a farlo girare... So’ ragazzi, questi di @forwardRPM , come fai a dirgli di no? twitter.com/forwardrpm/sta…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…