Press enter to see results or esc to cancel.

Che brutto effetto

Per rendere difficile la vita al battitore, nel baseball il lanciatore imprine alla palla uno spin. Un effetto, una rotazione strana che inganna. Stessa cosa fa chi scrive di medicina: cerca di confondere il lettore, di mischiare le carte. E un sacco di volte ci riesce. Anche in questo caso, si parla di spin: “The use of specific reporting strategies, from whatever motive, to highlight that the experimental treatment is beneficial, despitea statistically nonsignificant difference for the primary outcome, or to distract the reader from statisticalli nonsignificant results”. Questa la definizione degli autori di uno studio pubblicato sul JAMA che arriva a conclusioni preoccupanti.

1. Gli outcome degli studi sono esplicitati chiaramente solo 6 volte su 10.

2. Il titolo dell’articolo è fuorviante  nel 18 per cento dei casi. La presenza di “spin” sale al 58 per cento di probabilità quando si analizza la sezione delle Conclusioni  riportate nell’abstract: una volta su quattro la Discussione è centrata solo sugli effetti benefici della terapia.

3. Gli abstract sono fuorvianti più frequentemente dei testi completi degli articoli.

Ciò premesso, leggere solo gli abstract degli articoli può nuocere gravemente alla salute dei malati e ai soldi pubblici. Ma, attenzione: il link all’articolo del JAMA porta al riassunto. Se vi interessa, trovate il full text, perché anche questa breve notizia può essere distorta da qualche strano effetto impresso alla palla…

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Attracco. Non mi attacco. (potrebbe essere la sintesi del ricercatore preda del publish or... publish). twitter.com/forwardrpm/sta…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…