Press enter to see results or esc to cancel.

Vivere (molto) male nella città

Per arrivare attraversi uno dei quartieri più disperati della città: prostitute vecchio stile, migranti ormai immigrati stabilizzati, rivendite di prodotti elettronici profonde un metro e affacciate sui marciapiedi, polizia impegnata in improbabili controlli di ragazzi neri attesi dalle “fidanzate” imbronciate. Atopia” non è una mostra ma il mostro della città del nostro secolo, quello aperto dal crollo delle torri gemelle, centro simbolico della “civilizzazione” cittadina, secondo Marc Augé. Chi pensi che Atopia sia un non luogo è fuori strada; è il nostro luogo, concreto prodotto dei significati di parole esposte da Josep Ramoneda, direttore del Centro de Cultur Contemporània de Barcelona, che ha promosso l’evento.

Azione, anoressia, avanguardia, bellezza, capitalismo, cinismo, città, censura, crisi, curiosità, droghe, eccezione, fotografia, grottesco, indifferenza, libertà, mercato, morte, ordine, ortodossia, passione, periferia, pornografia, progetto, sopravvivenza, verità, violenza, web, zapping. Questo elenco è meno della metà delle parole chiave che fanno da traccia al percorso che si snoda tra opere di artisti di grande valore, molti dei quali ancora colpevolmente poco conosciuti.

1. La città contemporanea è simbolo e sintesi di malessere . Non più centro di aggregazione|socializzazione ma spazio di solitudini parallele.

2. La società in cui viviamo è la proposta di un modello vuoto, assente di significati politici, istituzionali e culturali capaci di parlare davvero ai cittadini del mondo.

3. La cultura scritta non riesce a comunicare e, oggi, la cultura visiva finisce per sostituirla, orientando non solo l’arte ma l’informazione, la moda, la pubblicità, la politica.

Chi decidesse di accettare la sfida di (provare a) comprendere/interpretare il nuovo è obbligato a cercare di capire come milioni di persone vicine non fanno mai una comunità.

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Va beh, mi hanno invitato a farlo girare... So’ ragazzi, questi di @forwardRPM , come fai a dirgli di no? twitter.com/forwardrpm/sta…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…