Press enter to see results or esc to cancel.

Medicina e mafia si somigliano?

Non è che l’ambpistola con l'aureolaiente della medicina e quello della mafia si somigliano? Riprendi il libro di Bazell, Vedi di non morire, e fai un elenco.

  1. Sia la Medicina (emme maiuscola) sia la mafia (emme minuscola, almeno) si fondavano su un sistema di valori (ci vorrebbero le virgolette) che oggi è in crisi; per lo meno, i due sistemi si basano oggi su fondamenta diverse da quelle di un tempo.
  2. Medicina e mafia sono crocevia di copiosi flussi di denaro, tra i più intensi nelle società occidentali.
  3. Uno dei problemi maggiori è nella difficoltà di formare giovani medici e giovani mafiosi; nel racconto di Bazell, i primi dovrebbero imparare a guarire i pazienti e invece uccidono per sbaglio, mentre i secondi vengono formati all’omicidio ma non ne sono all’altezza (per così dire), per goffagine e inettitudine.
  4. Medicina e mafia: per mandarle avanti ci vuole il superuomo che, all’occorrenza, primeggia nell’una e nell’altra. Killer invincibile e diagnosta insuperabile, altro che Dr House.

Noah Raiszman, su The Lancet del 3 Ottobre, scrive che il racconto di Bazell è costantemente in bilico tra la credibilità e l’assurdità a ruota libera. La stessa sensazione che prova il recensore del , Matt Ruff, che aggiunge involontariamente un altro punto all’elenco: sia nella Medicina sia nella famiglia mafiosa alcuni tra i killer hanno un’anima.

Sbaglio?

Tags

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…