Press enter to see results or esc to cancel.

Google, Yahoo e Bing: famo a gara?

blind-search2Quale motore di ricerca usare per trovare le informazioni che ci servono? Proviamo a fare una gara tra Google, Yahoo! e il nuovo arrivato, Bing, il motore sviluppato da Microsoft. Andiamo su Blind Search e facciamo una prova: ~influenza ~control antiviral drug* “systematic review”. I risultati iniziali sono praticamente identici: in testa due reference da UpToDate e a seguire altri documenti per lo più da fonti “secondarie” (ma comunque abbastanza affidabili).

Il “gioco funziona così: i risultati provenienti dai tre motori di ricerca sono presentati in colonne affiancate e anonime. Alla cieca (per questo si chiama Blind Search) devi votare quale insieme di risultati ti serve di più. Ovviamente, i tre motori sono messi casualmente nelle tre colonne: cambiano posto ogni volta, così non sai qual è che stai votando.  Nel test con la stringa sull’influenza il “migliore” si è rivelato Google. Ho provato un’altra volta con un’interrogazione più semplice, sulla “mild hypertension”: di nuovo Google. Ancora un altro tentativo con una domanda più complessa, ripresa dall’EBM Toolkit (Male smoker low molecular weight heparin angina): ho fatto… Bing!

Ah, dimenticavo: Blind Search è un’invenzione di  Michael Kordahi. Dice che lo ha fatto per gioco, nel tempo libero. Qualcuno non ci crede: è un dipendente di Microsoft…

Comments

1 Comment

danilo di diodoro

Ottima segnalazione, grazie come sempre per gli stimoli provenienti da dottprof.com. Anch’io ho fatto delle prove con Blind Search, cercando ad esempio -alcoholism naltrexone – con o senza “systematic reviews”. La mia impressione è però che alla fine, per ricerche professionali i tre motori non si differenzino granché poiché rinviano a fonti divulgative anche se qualificate. Molto diversi, ovviamente i risultati che con gli stessi termini si ottengono utilizzando il metamotore specializzato Trip. Ma tant’è,i motori “generalisti” non dovrebbero essere utilizzati in prima battuta da chi fa ricerche di informazioni professionali in ambito medico.


Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

The end of science communication as we know it. [The title runs: “Tocilizumab works. Announce given on Paolo Ascierto social media”.] pic.twitter.com/Vvolj9cPeZ

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…