Tutti poveri in ospedale

“Piacere, sono Carlo”. “Luca, piacere”. Ha il camicione da ospedale aperto dietro, sotto un pannolone che gli scende alle ginocchia. Penso che somiglia al figlio di Costanza che tiene i jeans al cavallo e gli si vedono le mutande con la firma. Mi verrebbe da ridere ma non rido. Questo Carlo avrà più o meno …

Continue reading