Jobs, il Lancet e la qualità di vita

Mi è capitato di leggere consecutivamente il numero speciale di Lancet Oncology dedicato alla sostenibilità delle cure e il racconto sul New York Times e su vari magazine americani delle ultime settimane vissute da Steve Jobs. Da una parte, un’analisi puntuale, finalmente senza apparenti condizionamenti, pragmatica al punto che a qualcuno potrà sembrare cinica: l’assistenza …

Continue reading

La Roma e gli endpoint surrogati

Se decidi di sperimentare un medicinale per convincere un’agenzia regolatoria ad approvarlo o un medico a prescriverlo dovresti cercare di dimostrarne l’efficacia nel modo più chiaro possibile. Di solito – di norma o per opportunità – il confronto è col placebo. Molto più opportuno sarebbe studiare in parallelo l’efficacia o la sicurezza del farmaco più …

Continue reading

Valutare le tecnologie senza scorciatoie

“La medicina è una scienza imperfetta, un’impresa che si basa su conoscenze in continua evoluzione, su informazioni imprecise e su individui che possono sbagliare proprio quando la vita delle persone è in pericolo”. Non c’è da stare allegri, a dare retta ad Atul Gawande, chirurgo di Harvard che personifica il lato più cool della medicina …

Continue reading

Cosa manca alla "comunicazione"?

Troppo interessante per essere solo un “Commento”. Scrive ieri sera Franco Galanti a dottprof a proposito di “comunicazione”: 1) manca la volontà di dialogare (se non per strettissime necessità in tempi minimi segnati dgli sms) – la sola volontà che implichi l’esercizio all’ascolto e lo sforzo razionale e/o empatico alla comprensione del contesto e del …

Continue reading

Scilipoti e le campane di cristallo

“È una frode pericolosa che sanno vendere molto bene”, sostiene su Internazionale Steven Salzberg, un biologo dell’università del  Maryland a College Park, parlando della medicina alternativa. “Quando una cosa funziona, non è poi così diicile dimostrarlo. Queste persone cercano da anni di dimostrare che le loro cure alternative funzionano, e non ci riescono. Ma non …

Continue reading

Voglio Xavi ministro della Salute

Rivedo alcuni minuti di Barcellona – Real Madrid semifinale di Champions League del 2011. Non sono sul divano di casa ma al workshop della Rete Italiana per l’Health Technology Assessment; mi sembra il modo migliore per spiegare l’utilità del network in Sanità. Ma anche nella vita. Guarda il video: Barca vs Real Madrid: un network …

Continue reading

Medici e farmaci: che tentazione

Non ha assicurazione sanitaria. Condivide un appartamento ad una stanza. Si sposta a piedi. Indossa solo abiti usati. Mangia la verdura che coltiva nel retro della casa. Michelle studia Medicina alla Yale University e non ha un dollaro per sé. Come la quasi totalità degli studenti di Medicina statunitensi si è indebitata per sostenere il …

Continue reading

Sms: fanno bene alla salute

Nove ragazzini americani su dieci mandano sms e in media ne spediscono 2.899 ogni mese (capperi!): da grandi staranno meglio in salute. A patto di accettare di riceverne dal proprio medico o dalle istituzioni sanitarie che, furbi…, useranno i messaggini per… 1. rendere più tempestiva la comunicazione dei risultati dei test diagnostici; 2. monitorare l’andamento …

Continue reading