Medici e farmaci: che tentazione

Non ha assicurazione sanitaria. Condivide un appartamento ad una stanza. Si sposta a piedi. Indossa solo abiti usati. Mangia la verdura che coltiva nel retro della casa. Michelle studia Medicina alla Yale University e non ha un dollaro per sé. Come la quasi totalità degli studenti di Medicina statunitensi si è indebitata per sostenere il …

Continue reading

Farla breve

Dice Eliot che aprile è il più crudele dei mesi: ti credo, è tempo di bilanci. Non a caso, nasce l’urgenza di fare pulizia (è Pasqua no?) e spesso cogliamo l’occasione per sbarazzarci di qualcosa, di gettare le robe inutili. Il desiderio è vedere meglio, fare chiarezza. E meno cose ci sono in giro, più …

Continue reading

Pediatri a mollo traditi da un link

Poche cose sono più stancanti dello stare tutti i giorni con i bambini: piangono, ti tirano per la giacca, hanno sempre il moccio, se la fanno sotto, vogliono dormire e devi far piano. Sarà per questo che, se c’è una categoria di medici che avrebbe  bisogno di ritemprarsi, è certamente quella dei pediatri. Eppure, anche …

Continue reading

Farma-Facebook a senso unico?

Pare (ma non è sicuro) che quando fu inventato il telefono le prime a rendersi conto delle potenzialità di marketing del nuovo strumento furono le industrie farmaceutiche. In particolare, una tra le più conosciute e apprezzate per la propria integrità avviò un’intensa campagna di contatti con gli utenti di questa strana diavoleria: la cornetta nera. …

Continue reading

La mutanda cult

Pesce d’aprile per i medici di base irlandesi? Neanche per sogno: è tutto vero. I boxer recapitati dal postino erano un regalo della Pfizer, come del resto confermava il marchio Viagra impresso sulle mutande. Un modo eccellente per festeggiare i dieci anni dal lancio del prodotto nell’isola britannica. Dopo qualche giorno, un seguito contrastante: da …

Continue reading

Gli uccelli di Bangkok

Siamo abituati ai regali più fantasiosi per far prescrivere i farmaci: viaggi in business, sciarpe e foulard, zainetti, borse, penne di ogni tipo. Fermacarte con equilibristi in bilico, post it, penne Usb: cosa non si inventa per muovere un medicinale non indispensabile. All’altro capo del mondo, il mondo si rovescia ed è il farmaco lo …

Continue reading

Twitter e il marketing della chirurgia

“Che stai facendo?” di solito lo chiedi a un amico. Se invece la domanda la fai a un chirurgo che sta operando finisce come allo Sherman Hospital di Elgin, in Illinois. Mentre l’équipe chirurgica praticava un’isterectomia laparoscopica su una donna quarantottenne, due tipi della Demi & Cooper seguivano in diretta l’operazione: più di 370 aggiornamenti …

Continue reading