Conflitti di interessi e dignità del medico

Di conflitto di interessi in medicina si continua a parlare. Sulle prime pagine dei quotidiani, e non è una buona notizia. Sulle grandi riviste accademiche e questa invece è una cosa importante. Che il rischio sia percepito, infatti, è un fatto positivo. Il JAMA ha dedicato un intero numero al conflitto di interessi: “l’obiettivo è …

Continue reading

Farmaci: una deriva antiregolatoria per il bene dell’economia?

L’umore dei vertici “di casa madre” delle industrie farmaceutiche non è buono: nel 2016, la Food and Drug Administration ha approvato solo 22 nuovi prodotti, il numero più basso dal 2010 e molto inferiore ai 45 dello scorso anno. A confronto, la European Medicines Agency ha dato il via libera a 81 novità (erano 93 …

Continue reading

Industria, tutt’altro che ingenua

Oltre i 32 gradi la batteria del telefono soffre. Non solo lei, in realtà. Tutti soffriamo. Nei capannoni della Fiera di Roma, solo un sospetto di aria condizionata mitiga la sensazione di soffocamento dei 31 mila iscritti al congresso della European Society of Cardiology. La batteria del telefono stenta e tanti tra i cardiologi si aggirano …

Continue reading

Quale responsabilità per il giornalista scientifico?

Una via di mezzo tra informazione e intrattenimento:  ecco cos’è la gran parte del giornalismo scientifico. Infotainment, scriveva Jalees Rehman sul Guardian tre anni fa:  dalle posizioni più bizzarre dell’accoppiamento animale  alle associazioni imprevedibili tra cibi e longevità o all’ennesima medicina miracolosa che – chissà perché – potremmo tranquillamente far crescere noi stessi sul balcone di …

Continue reading

Sunshine Act: la trasparenza non basta

Nel 2014, 600 mila medici statunitensi e 1.100 centri ospedalieri hanno ricevuto da 1.444 aziende farmaceutiche circa 6,5 miliardi di dollari in regalo. Di questi soldi, 3,23 miliardi erano legati a attività di ricerca, 703 milioni derivavano invece da partecipazioni azionarie o erano redditi da investimenti. Questi dati sintetizzano le cifre contenute nella banca dati dei …

Continue reading

Farmaceutica: alto rischio di corruzione

Diciassette persone su 100 hanno dovuto pagare mazzette o corrompere qualcuno per farsi curare. Quasi una persona su due è convinta che quello della sanità sia un settore corrotto o molto corrotto. La ricerca condotta da Transparency International (TI) su oltre 100 mila persone lascia talmente pochi dubbi che l’associazione ha deciso di studiare a …

Continue reading

I medici vendono sé stessi

Dice che viviamo nella società dei dati: che la banca memorizza cosa facciamo dei nostri soldi, che il supermercato analizza quanta Nutella o quanta pasta compriamo, che Waze capitalizza i percorsi che facciamo, che Google (potrebbe mai mancare?) sa tutto di noi. Sono discorsi che si fanno dopo cena, di solito. Quando siamo tutti un …

Continue reading

Il New England va alla grande

Quindici anni di direzione scientifica del New England Journal of Medicine: quella di Jeffrey N. Drazen è un’esperienza duratura e di successo, celebrata da lui stesso in un Editoriale uscito sul Journal a fine ottobre 2015 (1). «Abbiamo cambiato il mix di quello che pubblichiamo», spiega il direttore. Un rinnovamento che ha avuto fortuna, se …

Continue reading