Choosing Wisely: una bellissima foglia di fico?

E’ una delle grandi novità della medicina statunitense, Choosing Wisely. Nel quadro di un progetto articolato che coinvolge sia medici, cittadini e pazienti, le società scientifiche americane sono state invitate a elencare le cinque cose che per ciascuna specialità andrebbero messe in discussione. La lista cresce continuamente: commenti entusiasti ma (finalmente) anche qualche perplessità. Quelle …

Continue reading

Critica, narrazione, riflessione. Anche slow

Ventiquattro ottobre del 1976. “Ci siamo chiesti: ma se lo spazio della cultura convenzionale, acritica, conformista è così stabilmente occupato, perché non crearne un altro – pur rischioso ma per noi stimolante come il primo lo è per i bramini e i loro sudditi – critico, alternativo, nuovo? Così è nato il progetto, l’abbozzo di …

Continue reading

Medicina della precisione: sogno o incubo?

Il cellulare salverà la sanità? Secondo Eric Topol certamente. C’è bisogno di vie d’uscita distruttive, va dicendo da qualche anno, e lo smartphone si candida ad esserlo. Strumento di sorveglianza per il malato cronico che causa il 90 per cento dei costi della sanità statunitense. Mezzo per fronteggiare le urgenze di minore gravità ma che …

Continue reading

Ripensare il SSN? “Less is more”…

La nota di aggiornamento del documento di economia e finanza 2013 ha suscitato commenti. Finalmente qualcuno discute delle scelte di politica sanitaria; anche se non sarebbe stato male se questo confronto fosse avvenuto prima, piuttosto che dopo, la pubblicazione del testo governativo. La sezione “Rispondere alle grandi sfide della sanità e dell’assistenza” si presenta in …

Continue reading

Il conflitto di interessi si può eliminare

“Il conflitto di interessi non si può eliminare: bisogna fare in modo che venga contenuto e che non provochi danni”. Una intervista interessante a Marco Bobbio su Va’ Pensiero somiglia a una resa: i conflitti sono ineliminabili, le linee-guida devono essere scritte dagli opinion leader (e non da specializzandi, precisa il cardiologo torinese) e le …

Continue reading

Prova costume per la comunicazione

Se hai pochi soldi, per decidere come spenderli conviene essere bene informati. Vale per la qualità di una giacca, ma ancora di più per il valore di una medicina o di una siringa. Però il tempo per ragionare sullo shopping non è mai sufficiente e le decisioni sono prese di corsa. Per avvicinarsi ad una …

Continue reading

Proust o Serra sullo smartphone?

Padroni di detestarlo, ma quello smartphone in tasca sta cambiando noi insieme al mondo. Una ricerca del Pew Internet Center mostra che su cento persone che leggono un e-book, 41 lo fanno sl cellulare. Quasi il doppio di chi si è accattato un e-reader (23 per cento) e molti di più di chi lo legge …

Continue reading

Apps entusiasmanti realmente inutili

“Mi alzo, faccio una doccia e siedo al computer. Faccio una meditazione di un quarto d’ora, poi rilevo i miei parametri vitali e li trascrivo su Excel. Polso, pressione, glicemia e peso: una volta alla settimana di mando al mio medico. Sono dieci anni che lo faccio; ho il diabete da quando avevo 42 anni …

Continue reading