Quotidiane occasioni mancate

La diagnosi di tumore al seno a Kylie Minogue ha favorito un aumento di 20 volte delle notizie sul cancro della mammella e la crescita del 40 per cento della richiesta di mammografia da parte delle donne australiane. E’ solo un esempio di quanto i media possano incidere sui comportamenti sanitari della gente motivando al cambiamento …

Continue reading

Che noia

A non farla breve si rischia di stufare. Gran parte della comunicazione scientifica è noiosa non per il contenuto ma per la forma col quale è esposto. 1.       Non mettere a fuoco il problema è il primo passo per non comunicare. Nascondere il punto fondamentale di una tesi dietro un mucchio di cose inutili disorienta …

Continue reading

Farla breve

Dice Eliot che aprile è il più crudele dei mesi: ti credo, è tempo di bilanci. Non a caso, nasce l’urgenza di fare pulizia (è Pasqua no?) e spesso cogliamo l’occasione per sbarazzarci di qualcosa, di gettare le robe inutili. Il desiderio è vedere meglio, fare chiarezza. E meno cose ci sono in giro, più …

Continue reading

Meno musica e più libri per i bambini? Mah …

Fagli spegnere la musica e digli di aprire un libro. Solo così proteggerai tuo figlio dalla depressione. Questo, in estrema sintesi, ci dice una ricerca condotta a Pittsburgh e pubblicata sugli Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine. Ma è improbabile che sia vero. La ricerca ha confrontato l’effetto di sei tipi di media differenti (televisione …

Continue reading

Aiuto, il multitasking!

Piers e Bronte sono i due fratelli americani protagonisti di un articolo del Time che 5 anni fa lanciava l’allarme sul “pericolo multitasking”: ragazzini e adolescenti fanno troppe cose tutte insieme e, oltre a farle male, gli va il cervello in pappa. Almeno, così sostiene qualcuno. E’ una questione intrigante e, per farsi un’idea, conviene …

Continue reading

Basta che ti sbrighi

Pochi mesi di tempo per chiudere e pubblicare quanti più trial possibile. Così, da gennaio ai primi congressi di primavera si corre: l’industria editoriale si è trasformata in una officina di produzione di reprint dei resoconti delle sperimentazioni cliniche. Fa un certo effetto vedere gli stand congressuali delle industrie tappezzati da display carichi di estratti …

Continue reading

La salute? Questione di informazione, non di scienza

Thomas Goetz è l’executive editor di Wired. Dopo dieci anni di vita da giornalista è tornato a scuola per prendere il Master in Public Health alla UC di Berkeley. E’ convinto che la nostra salute dipende da quanto siamo informati. Chi ha letto il suo libro The decision tree, uscito l’anno scorso, ha detto che …

Continue reading

Dai santi e poeti ai navigatori per la medicina

In un’alba così bianca, sul treno per Milano, leggo Lorenzo Moja e Rita Banzi sull’International Journal of Clinical Practice: “Healthcare professionals and providers should start to perceive the function of publishing differently, with publishers as rendering services and vendors”. Uno dei migliori articoli dell’anno, suggerito da Arabella (grazie!), con indicazioni esplicite ma anche significati più nascosti che …

Continue reading