Dopare l’impact factor

Da pochi giorni sono stati presentati i nuovi dati riguardanti l’impact factor delle riviste indicizzate sul Web of Science1. Nessuna particolare novità: 283 nuove riviste aggiunte alla banca dati e solo 17 cancellate. «L’impact factor (IF) è senza dubbio l’indicatore bibliometrico più utilizzato, male utilizzato e abusato nella scienza accademica. Le riviste sono classificate nel …

Continue reading

La medicina è una vocazione disinteressata?

Di conflitto d’interessi si parla sempre come se esistesse, sì: ma in un altro mondo. La convinzione di Franco Panizon è ripresa in una lettera che il pediatra di famiglia Giuseppe Boschi ha inviato alla rivista Medico e bambino. (1) E’ vero: nonostante una letteratura sterminata, si parla di conflitto d’interessi soprattutto per negare che …

Continue reading

La medicina è incasinata, imprecisa, incerta

La vecchia storia che se hai un martello in mano tutto ti sembra un chiodo si adatta alla ricerca medica, scrive Seamus O’Mahony in un libro che ha destato molta attenzione, Can medicine be cured? (1). Ricerca alla quale anche l’autore ha contribuito, “senza aggiungere nulla di significativo alla conoscenza scientifica.” In questo lato autobiografico …

Continue reading

Obiezione di coscienza, conflitti e frittatine

“Al contrario dei soldati di leva, gli operatori sanitari scelgono volontariamente la propria professione e di conseguenza devono essere obbligati a fornire le prestazioni e gli interventi normalmente previsti dal loro mansionario”. La posizione di Ronit Y. Stahl e Ezekiel J. Emanuel espressa sul New England Journal of Medicine del 6 aprile 2017 è determinata: si parla tanto …

Continue reading

L’uso etico dei dati

La dialettica tra la medicina basata sulle prove e la medicina narrativa è oggi la narrazione prevalente. Viene solitamente presentata come una contrapposizione tra un approccio alla cura basato sulla valutazione di dati impersonali e la presa in carico del malato come persona portatrice di una propria storia, di un contesto sociale e affettivo di …

Continue reading

Il medico partigiano e il ripasso dell’etica

La strada sale ripida dal mare e in venticinque chilometri sei a oltre 700 metri di altezza. Lasciata la provinciale, la strada diventa un sentiero e gli ultimi tornanti bucano un bosco fitto di alberi bassi. Il casone è su un ciglio della montagna, un orlo dal quale vedi di fronte – sull’altro versante – …

Continue reading

Peccato: il mio barbiere non è il mio medico

Il mio barbiere tiene molto al proprio lavoro. E’ di Alba, in Piemonte, ma vive a Roma da qualche tempo, e ha aperto da un anno una bottega che chiama “barbieria”, come quelle americane. Ma soprattutto come quelle siciliane. Sebbene venga dal nord, ammira molto la tradizione siciliana. Il maestro del mio barbiere è siciliano. …

Continue reading