Le riviste scientifiche fanno un sacco di soldi: chiuderanno?

Stai leggendo gratis. E senza pagare una lira (un euro, pardon) puoi leggerti anche Malcolm Gladwell sul New Yorker, Chris Anderson e Michael Nielsen sui loro blog: tutti a scrivere sull’economia del dono e sulle sue conseguenze nel campo della comunicazione. In poche parole: Anderson è stato tra i primi a sostenere che “information wants …

Continue reading

Ricche, accessibili e gratuite

Niente cadute di stile: stiamo parlando delle riviste scientifiche. Sono sempre di più (23 mila? 25 mila?) e crescono al ritmo del 3 per cento ogni anno. I ricercatori aumentano (tranne che in Italia: del resto, avendo già tutto – monumenti, chiese, coppe dei campioni in bacheca – a che serve cercare ancora?), di topi …

Continue reading

La medicina sul web

E’ appena nato e il Lancet l’ha già battezzato: il Google per le linee guida. Il vero nome sarebbe NHS Evidence e anche un commento di Gillian C. Leng, sullo stesso settimanale inglese, lo paragona a Google. Anche qui trionfa il bianco ma il valore aggiunto sarebbe nella valutazione di qualità delle informazioni incluse nel …

Continue reading

Bibliotecari tutti a Scholar?

Pian piano, Google Scholar viene riabilitato dai bibliotecari scientifici. Ora è il turno delle Arizona State Libraries, che hanno preparato un tutorial su YouTube che ne spiega l’uso. Come dice Dean Giustini, è uno strumento di pre-searching: orienta l’utente dandogli le coordinate attraverso cui definire le strategie di ricerca. Può servire anche per un’analisi preliminare …

Continue reading