Comunicare? Facile come la minestra d'arzilla

L’arzilla è una delle signore anziane da pranzo di Ferragosto. A Roma è anche la razza, quel pesce piatto che i bambini carezzano sulla capoccia all’acquario di Genova. L’arzilla serve anche ad un’altra cosa: a scrivere meglio. Come molte cose carine, l’arzilla fa una brutta fine: finisce in minestra con la pasta e il broccolo …

Continue reading

Quello è un genio: quasi quasi lo copio

Di pirla originali, in giro ce ne sono parecchi. Di gente creativa e intelligente, purtroppo, molto meno. I pochi che ci sanno fare davvero, però, sono una grande fonte di ispirazione. A patto di non copiare: non solo è rischioso ma tradisce la fiducia. Entri in libreria e inizi a soffrire di fronte alle spianate …

Continue reading

L'indirizzo di Lincoln e il PowerPoint

Nel novembre del 1863, in piena guerra di Secessione, Abraham Lincoln formulò il famoso Gettisburg Address. Era il giorno dell’inaugurazione di un cimitero che accoglieva soldati nordisti morti proprio su quel terreno in una delle battaglie più sanguinose di una guerra terribile, durante la quale perse la vita il 41 per cento dei soldati del …

Continue reading

Strage da PowerPoint

Manca poco alla fine della stagione congressuale: stringiamo i denti. Gran parte delle migliaia di partecipanti a convegni di ogni ordine e grado (per lo più “terzo”, l’ordine, e basso, il grado) è stata vittima della temutissima sindrome da PowerPoint: una guerra che non fa prigionieri, una strage che accomuna pubblico e relatori. Eppure, le …

Continue reading

Che noia

A non farla breve si rischia di stufare. Gran parte della comunicazione scientifica è noiosa non per il contenuto ma per la forma col quale è esposto. 1.       Non mettere a fuoco il problema è il primo passo per non comunicare. Nascondere il punto fondamentale di una tesi dietro un mucchio di cose inutili disorienta …

Continue reading