L'amore impossibile tra scienza e comunicazione

Dopo le parole delle Lezioni americane e il “Se una notte d’inverno” che impreziosiva l’annuncio del workshop del progetto europeo DECIDE, ancora una volta Italo Calvino ha dato il titolo della riunione annuale della Associazione Alessandro Liberati – Network Italiano Cochrane. Gli amori difficili sono quelli tra chi fa ricerca e chi dovrebbe comunicarla. Questa dialettica …

Continue reading

Quello che ci informa e ci seduce

“Facciamo finta che io sono…” Giustamente, Riccardo Falcinelli sostiene che non abbiamo fatto che dirlo da quando siamo comparsi sulla terra. Un commento al suo libro, Critica portatile al visual design, può iniziare proprio da questa frase a pagina 270, quasi alla fine. Il divertimento è proprio nella consapevolezza della finzione, da Gutenberg ai social …

Continue reading

Dieci modi per condividere le evidenze

Come usare i social media per condividere i risultati della ricerca? Se lo è chiesto Sarah Chapman sul blog della Cochrane Collaboration [www.evidentlycochrane.net/] Ne è uscito un decalogo. 1. Ascoltare è fondamentale. Ammissione difficile per il ricercatore troppo sicuri di sé ma solo trasformando la comunicazione in un dialogo abbiamo la possibilità di fare qualche …

Continue reading

Ho detto no a Federico di Masterchef

“We feel that we don’t know the central character well enough.” All’ennesima lettera di rifiuto, JD Salinger decise di riscrivere The catcher in the rye e il giovane Holden si avviò a vendere 65 milioni di copie. “I recommend that it be buried under a stone for a thousand years”: dopo l’ultimo parere di un …

Continue reading

Molhem e le foto per i nostri PowerPoint

Con i botti di capodanno arrivano le classifiche. Di ogni tipo. Per lo più si tratta di ranking inutili o taroccati (il Pallone d’oro?). In qualche occasione si rivelano preziose: per esempio, nel caso delle “migliori” fotografie del 2013. Se se ne accorgessero i medici e ne utilizzassero qualcuna per le proprie presentazioni congressuali, ai …

Continue reading

Eiaculazione: può aspettare un minutino?

Si sa: Italians do it better. Proprio perché si sa, l’espressione delle due ragazze nordiche appena scese da un Inter-rail  era doppiamente meravigliata. Più che un cartellone pubblicitario, la pubblicità alla stazione Termini di Roma era un’ammissione di debolezza di venti metri di base. Eiaculazione precoce: parlane col tuo medico. Come a dire: inutile che …

Continue reading

Com’è difficile raccontare la Ricerca

Come ha scritto Elena Cattaneo sul Sole 24 Ore del 10 novembre, l’Italia continua a “essere martoriata da una disinformazione scientifica da regime totalitario. Le decisioni politiche e governative su questioni come staminali, sperimentazione animale, Ogm – prosegue – riflettono un’ignoranza scientifica drammatica.” Per molti anni si è pensato che gran parte delle responsabilità fosse …

Continue reading

La concorrenza sleale di PubMed

La National Library of Medicine (NLM) preannuncia un nuovo servizio: PubMed Commons. Uno spazio di commenti alla letteratura internazionale. “We hope that PubMed Commons will leverage the social power of the internet to encourage constructive criticism and high quality discussions of scientific issues that will both enhance understanding and provide new avenues of collaboration within …

Continue reading