Alimentazione e salute: aumenta la confusione

L’ennesimo studio sui rapporti tra alimentazione e salute è stato pubblicato sul Lancet del 29 agosto 2017 (1) e immediatamente l’agenzia Ansa ha intitolato: Il rischio per il cuore arriva dai carboidrati e non dai grassi. Ovviamente, il Foglio di Giuliano Ferrara ha calato l’asso: Grasso è bello (e sano). La Repubblica non è da …

Continue reading

Se ti piace, mangialo

Uno studio molto elaborato, modelli complessi di analisi comparata dei rischi, numerose fonte di dati demografici, riferiti alle abitudini alimentari, agli stili di vita, di mortalità (1): con l’obiettivo di avvicinarsi (approximate) al numero e alla quota di cittadini statunitensi la cui morte per cause cardiovascolari potrebbe essere dovuta a una dieta subottimale. Il 45% …

Continue reading

Industria, tutt’altro che ingenua

Oltre i 32 gradi la batteria del telefono soffre. Non solo lei, in realtà. Tutti soffriamo. Nei capannoni della Fiera di Roma, solo un sospetto di aria condizionata mitiga la sensazione di soffocamento dei 31 mila iscritti al congresso della European Society of Cardiology. La batteria del telefono stenta e tanti tra i cardiologi si aggirano …

Continue reading

Le scorciatoie dell’imaging

In una vecchia scrivania ritrovo un diario di mio padre. 16 maggio del 1969, lavorava al progetto di una rivista che si sarebbe poi intitolata Medicina illustrata: “Ci credo molto, anche se costa troppo”. Le immagini erano un lusso per gli editori. Gli autori che le volevano nei loro articoli dovevano pagarne il costo perché trasferire fotografie …

Continue reading

Cardiologi aggressivi coi colleghi e non coi pazienti

Un medico inglese ogni tre è stato oggetto di comportamenti rudi o aggressivi da parte di colleghi. I peggiori? Radiologi, chirurghi e cardiologi. Attenzione, siamo nel campo della aneddotica, ma perché non cogliere l’occasione per farsi qualche domanda? Lo pensa anche Larry Husten che su Cardiobrief ha dedicato un breve post rinviando alla lettura dello …

Continue reading

Pane, salame e conflitti di interesse

Lei è Nina Teicholz, giornalista, vive a New York e è autrice di The big fat surprise, un libro che ha suscitato interesse, discussioni e molte critiche. Lui è David L. Katz, dirige il Prevention Research Center della Yale University, presidente dell’American College of Lifestyle Medicine e fondatore della True Health Coalition. Teicholz è stata …

Continue reading

A forza di torturarli i dati … migliorano

Immagina di desiderare tantissimo di fare l’amore con quella donna (proprio quella donna e proprio fare l’amore eh). Arriva un tuo amico e ti invita a fare un esperimento: per cento giorni di seguito le chiederai un appuntamento, la metà delle volte telefonandole e l’altra metà aggiungendo alla telefonata un messaggio con whatsapp. Alla fine dei tentativi scoprirai …

Continue reading

Innovazione? Valori, non tecnologia

Cerca di immaginare cosa prova il malato. Questa frase ha guidato per anni il lavoro del Center of Medical Humanities and Bioethics della University of Texas San Antonio fondato da Abraham Verghese che oggi, a Paolo Alto, porta avanti il progetto Stanford 25 per rivalutare la clinica al letto del paziente. Alle Scientific Sessions dell’American College …

Continue reading