Il New England, il Lancet e i carciofi di Marcello

“Benvenuti nella nuova WonderPharma”. È la mattina dell’ultimo dell’anno e nell’atrio della sede italiana di una grande industria farmaceutica multinazionale è esposto un cartellone eccessivo per forma e sostanza. Vicino all’ascensore e lungo i corridoi altri cartelli – di dimensioni più modeste ma egualmente enfatici – richiamano ai valori fondanti dell’azienda. Valori non economici, ma sociali …

Continue reading

Bill Gates legge Novella 2000?

“L’Italia è nella mia lista della vergogna” confida Bill Gates alla Frankfurter Rundschau. Ce l’ha col nostro presidente del consiglio, colpevole di aver portato allo 0,21 per cento del Prodotto Interno Lordo il contributo italiano ai paesi in via di sviluppo. “Rich people spend a lot more money on their own problems, like baldness, than …

Continue reading

Quando l'autore copia da Wikipedia

Spiega Eugenio Santoro del Laboratorio di Informatica Medica del Mario Negri di Milano: ” Il sistema di rating usato dalla comunità di Wikipedia per definire ‘affidabile’ un articolo non è validato e quindi non può essere considerato un valido strumento di misura della qualità dei contenuti. Piuttosto, gli utenti che usano i motori di ricerca …

Continue reading

Quando l’autore copia da Wikipedia

Spiega Eugenio Santoro del Laboratorio di Informatica Medica del Mario Negri di Milano: ” Il sistema di rating usato dalla comunità di Wikipedia per definire ‘affidabile’ un articolo non è validato e quindi non può essere considerato un valido strumento di misura della qualità dei contenuti. Piuttosto, gli utenti che usano i motori di ricerca …

Continue reading

Medicina e mafia si somigliano?

Non è che l’ambiente della medicina e quello della mafia si somigliano? Riprendi il libro di Bazell, Vedi di non morire, e fai un elenco. Sia la Medicina (emme maiuscola) sia la mafia (emme minuscola, almeno) si fondavano su un sistema di valori (ci vorrebbero le virgolette) che oggi è in crisi; per lo meno, …

Continue reading

Libri in salvo nell’arca di Sergey?

“Il governo tedesco ha una posizione chiara: i diritti d’autore devono essere protetti su internet”. Parola di Angela Merkel, cancelliere tedesco. “Per questo rifiutiamo la digitalizzazione delle opere conservate nelle biblioteche se non si tiene conto della protezione del diritto, come fa Google. Il governo metterà tutto il proprio impegno per proteggere gli scrittori in …

Continue reading

“Nun se ponno frega’ i libbri.” E manco leggerli

“Anvedi il pupo, carino che è, guarda, ci hanno pure i calendari, vieqquà che ne mettiamo un paio nella borsa”. “Vieqquà tu, che nun se ponno frega’ le cose, mannaggia, ce so’ pure le guardie, so’ quelle vestite de chiaro, nu lo vedi che ce stanno a guarda’…” “Ma dai, il calendario dei pupi nei …

Continue reading

Cercasi lettori che non vedano

Almeno uno dei quindici articoli pubblicati sull’ultimo numero del New England Journal of Medicine non è scritto da chi lo ha firmato. Lo dicono le statistiche o, quantomeno, è questo che ci dice una ricerca presentata al congresso di Vancouver sulla Peer review and biomedical publication promosso come sempre dal JAMA. C’è chi ricorre ad …

Continue reading