Pubblicità agli (im) pazienti

I medici sono incerti: da una parte, sembra che il paziente più informato segua meglio le prescrizioni, dall’altra è più pressante e “chiede” le terapie. Poi, c’è informazione e informazione; ora che anche in Europa si discute dell’opportunità di permettere alle industrie farmaceutiche di pubblicizzare i medicinali ai cittadini salgono in superficie un sacco di …

Continue reading

Il punto G della peer review

Se c’è una cosa che il medico detesta è l’essere giudicato dai colleghi. Per questo i meccanismi della peer review sono rimossi, prima ancora che ignorati. Il ragionamento che prevale è che alla fine quel dannatissimo articolo che tanto ci ha fatto tribolare da qualche parte uscirà (alla faccia di chi ci vuole male). Eugenio …

Continue reading

Al dottor non far sapere…

  Un tweet di Ben Parr di Mashable.com mi suggerisce di leggere un “How to” in rete: Use social media for better health. Dice che YoutTube e Facebook possono aiutare a stare meglio i tuoi pazienti. Come? Così. 1. Spesso per stare meglio dobbiamo stare attenti a un po’ di cose ma ce ne dimentichiamo: …

Continue reading