Dove trovare immagini per le presentazioni?

“Dove trovi le immagini per le presentazioni?” E’ una domanda che sento spesso dopo gli interventi a convegni o a seminari e allora provo a rispondere. Foto fatte da me. Giro con una digitale nello zainetto: niente di particolare, abbastanza vecchia e pesante. Serve per fotografare cose strane da associare a concetti, sfondi o pattern …

Continue reading

PowerPoint, pizza e ricotta

Vacci piano con le diapositive blu con i testi gialli: prova a consigliarlo a un medico e ti guarderà incredulo o come guarderebbe chi avesse insultato sua madre. Soffre di horror vacui la gran parte dei camici bianchi, al punto da pensare che – fosse per loro – preferirebbero andare in giro per l’ospedale con …

Continue reading

Immobili foto in movimento

Finalmente (a Reggio Emilia) con le foto di Kubrick, quelle scattate ancora adolescente con la Graflex ricevuta a tredici anni dal padre medico e pubblicate su Look. Per capire, è utile un articolo di Frederick Raphael sul Guardian: “an unmoving movie, which primes and frustrates the viewer’s wish to know more”. Immagini ferme in movimento: …

Continue reading

Che sexy quei dati

Edward Tufte non so tradurlo senza tradirlo: “By extending the visual capacities of paper, video, and computer screen, we are able to extend the depth of our knowledge and experience”. Se invece di essere stato scritta nel 1997 sul mitico Visual Explanations, questa frase la leggessimo domani per la prima volta, penseremmo ad una rivelazione. …

Continue reading

Viva i video: corti e sinceri

Un minuto di cose intelligenti dette da Claudio Magris a Che Tempo che fa. Mando su Twitter una frase: “Il mondo non va solo governato, va migliorato”.  Spengo e sono sul letto dopo cena. Google mi avverte che la Samp perde il derby al 7 minuto di recupero. Messaggio di Jacqueline su Facebook: sarà il caso di avere la …

Continue reading

La salute? Questione di informazione, non di scienza

Thomas Goetz è l’executive editor di Wired. Dopo dieci anni di vita da giornalista è tornato a scuola per prendere il Master in Public Health alla UC di Berkeley. E’ convinto che la nostra salute dipende da quanto siamo informati. Chi ha letto il suo libro The decision tree, uscito l’anno scorso, ha detto che …

Continue reading

Creatività all'aria aperta

Si chiama Broadsided. Progetto di artisti, letterati e di chiunque sia d’accordo con lo scopo dell’iniziativa: “putting literature and art on the streets”. Elizabeth Bradfield è una potessa di Cape Cod, Massachusetts, e l’ha fondato: “I thought that perhaps if people ran into poetry on the streets, if poetry was paired with something eye-catching … …

Continue reading

Vivere (molto) male nella città

Per arrivare attraversi uno dei quartieri più disperati della città: prostitute vecchio stile, migranti ormai immigrati stabilizzati, rivendite di prodotti elettronici profonde un metro e affacciate sui marciapiedi, polizia impegnata in improbabili controlli di ragazzi neri attesi dalle “fidanzate” imbronciate. “Atopia” non è una mostra ma il mostro della città del nostro secolo, quello aperto …

Continue reading