Bambini come icone indifese

“La mia prima reazione è stata di disperazione. La seconda, un pensiero: mio figlio dorme proprio in questa posizione“. Uri Friedman ha scritto su The Atlantic quello che abbiamo pensato in tanti di fronte all’immagine di Aylan Kerdi, tre anni, morto insieme al fratello di due anni più grande e a altre 10 persone nel …

Continue reading

Il medico partigiano e il ripasso dell’etica

La strada sale ripida dal mare e in venticinque chilometri sei a oltre 700 metri di altezza. Lasciata la provinciale, la strada diventa un sentiero e gli ultimi tornanti bucano un bosco fitto di alberi bassi. Il casone è su un ciglio della montagna, un orlo dal quale vedi di fronte – sull’altro versante – …

Continue reading

Il padre incompiuto

«Mio padre è stato colpito da un ictus e adesso riesce a malapena a parlare e a muoversi. Prima che questo accadesse era un uomo estremamente attivo. Amava restaurare le vecchie Fiat 500 Topolino, una delle automobili italiane più amate nel mondo. Prima dell’ictus, aveva già completato il restauro di quattro automobili e stava lavorando …

Continue reading

Dalla Evidence-based Medicine alla BUEM?

Come si fa a raccontare la medicina basata sulle prove ad una ingegnere elettronico? Come riflettere insieme ad un fisico sul ruolo del paziente nel prendere decisioni sulla salute? Come spiegare ad una laureata in lettere l’utilità delle revisioni sistematiche e la differenza con le rassegne narrative senza annoiarla a morte? Non sono sicuro di …

Continue reading

L’ironia rigorosa di un amico

“In fin dei conti credo proprio che di uno come Cassano non si possa fare a meno”. Seduti ai tavolini del caffè di Bari in un autunno di molti anni fa, era appena passato di fronte a noi il distinto cattedratico dell’università pisana e un cenno della mano aveva ammesso di essersi accorti gli uni …

Continue reading

Dove eravamo rimasti?

“Health is just not necessarily how I want to spend my time.” Quanti di noi avrebbero detto la stessa cosa confessata da Sergey Brin nell’intervista a Vinod Khosla. Nei giorni a cavallo dell’anno è tempo di bilanci, che in sanità è una parola delicata. Delicata se si parla di cancro: delle prospettive della ricerca, degli effetti …

Continue reading

Open data: che fare?

Open e Big Data. Se ne parla molto e spesso si ingenerano malintesi, al punto che qualche settimana fa dei ricercatori della Berkeley University hanno chiesto a diverse persone intelligenti cosa intendessero con questi due termini. Ecco tre risposte. Per prima quella di Philip Ashlock, chief architect del sito Data.gov/. E’ il progetto simbolo dell’attrito tra il desiderio di …

Continue reading

Viviamo meno da sani e più da malati

Cento chilometri di Raccordo anulare. Andata e ritorno tra casa e Marriott, sulla collina che sta per franare sulla Roma-Fiumicino. Tra Auchan e il centro direzionale Alitalia si alternano i caccia in bilico dallo sfasciacarrozze, le palme capitozzate dal punteruolo rosso, il Tevere gonfio sulla diga a Flaminio, l’area di servizio Selva Candida interna ed …

Continue reading