Lancet: web, responsabilità o controllo?

In una piazza di Roma, un genitore schiaffeggia un bambino: un signore assiste alla scena e denuncia il Comune, reo di aver messo a disposizione del padre (o della madre) violento/a uno spazio pubblico. Una reazione incongrua, come quella del tribunale italiano che ha giudicato Google colpevole di violazione della privacy per aver permesso la …

Continue reading

Bill Gates legge Novella 2000?

“L’Italia è nella mia lista della vergogna” confida Bill Gates alla Frankfurter Rundschau. Ce l’ha col nostro presidente del consiglio, colpevole di aver portato allo 0,21 per cento del Prodotto Interno Lordo il contributo italiano ai paesi in via di sviluppo. “Rich people spend a lot more money on their own problems, like baldness, than …

Continue reading

Quando l'autore copia da Wikipedia

Spiega Eugenio Santoro del Laboratorio di Informatica Medica del Mario Negri di Milano: ” Il sistema di rating usato dalla comunità di Wikipedia per definire ‘affidabile’ un articolo non è validato e quindi non può essere considerato un valido strumento di misura della qualità dei contenuti. Piuttosto, gli utenti che usano i motori di ricerca …

Continue reading

Pediatri a mollo traditi da un link

Poche cose sono più stancanti dello stare tutti i giorni con i bambini: piangono, ti tirano per la giacca, hanno sempre il moccio, se la fanno sotto, vogliono dormire e devi far piano. Sarà per questo che, se c’è una categoria di medici che avrebbe  bisogno di ritemprarsi, è certamente quella dei pediatri. Eppure, anche …

Continue reading

Farma-Facebook a senso unico?

Pare (ma non è sicuro) che quando fu inventato il telefono le prime a rendersi conto delle potenzialità di marketing del nuovo strumento furono le industrie farmaceutiche. In particolare, una tra le più conosciute e apprezzate per la propria integrità avviò un’intensa campagna di contatti con gli utenti di questa strana diavoleria: la cornetta nera. …

Continue reading