La medicina sul web

E’ appena nato e il Lancet l’ha già battezzato: il Google per le linee guida. Il vero nome sarebbe NHS Evidence e anche un commento di Gillian C. Leng, sullo stesso settimanale inglese, lo paragona a Google. Anche qui trionfa il bianco ma il valore aggiunto sarebbe nella valutazione di qualità delle informazioni incluse nel …

Continue reading

Se mi vaccini ti cancello

La fobia dei vaccini pediatrici che causerebbero l’autismo ha due nuovi, autorevoli (o forse no) profeti: l’attore Jim Carrey e la procace showgirl Jenny McCarthy, sua compagna anche nella vita.

Continue reading

Bibliotecari tutti a Scholar?

Pian piano, Google Scholar viene riabilitato dai bibliotecari scientifici. Ora è il turno delle Arizona State Libraries, che hanno preparato un tutorial su YouTube che ne spiega l’uso. Come dice Dean Giustini, è uno strumento di pre-searching: orienta l’utente dandogli le coordinate attraverso cui definire le strategie di ricerca. Può servire anche per un’analisi preliminare …

Continue reading

Come "imparano" i medici?

Il curatore del blog Efficient MD ha provato a visualizzare “How doctors learn”: è venuto fuori un bel pasticcio. Largo al social web e riviste scientifiche in un angolino. Poi: d’accordo sul fatto che le forme di apprendimento sono tante e molto diverse tra loro; ma il lifelong learning è un processo, molte volte un …

Continue reading

Dieci regole per aggiornarsi

Più di 25 mila riviste scientifiche, centinaia di articoli al giorno: cosa fare, in concreto, per mantenersi aggiornati? Nei due giorni di corso a Bolzano, insieme a Tom Jefferson, abbiamo parlato della concentrazione della comunicazione nelle mani di pochi attori; della convergenza degli interessi di editori, industrie e autori; della crisi del modello dell’editoria tradizionale …

Continue reading

L'health information technology di Obama

David Blumenthal è stato nominato da Barak Obama “national coordinator for health information technology”. Potrà contare su un budget di quasi 20 miliardi di dollari. Blumenthal insegna a Harvard dove dirige l’Institute for Health Policy presso il Massachusetts General Hospital. Ha fatto parte dello staff del senatore Edward Kennedy ed elaborò il piano per la …

Continue reading

Il punto G della peer review

Se c’è una cosa che il medico detesta è l’essere giudicato dai colleghi. Per questo i meccanismi della peer review sono rimossi, prima ancora che ignorati. Il ragionamento che prevale è che alla fine quel dannatissimo articolo che tanto ci ha fatto tribolare da qualche parte uscirà (alla faccia di chi ci vuole male). Eugenio …

Continue reading

Al dottor non far sapere…

  Un tweet di Ben Parr di Mashable.com mi suggerisce di leggere un “How to” in rete: Use social media for better health. Dice che YoutTube e Facebook possono aiutare a stare meglio i tuoi pazienti. Come? Così. 1. Spesso per stare meglio dobbiamo stare attenti a un po’ di cose ma ce ne dimentichiamo: …

Continue reading