La cura che non cura

“Una nuova cura per il cancro al seno aumenta del 70% le possibilità di sopravvivenza delle donne giovani” titola uno dei media online più consultati d’Italia. Toni molto simili a quelli dell’articolo di uno dei grandi quotidiani del nostro paese. Le notizie giungono da Chicago, dove si sta svolgendo il congresso della associazione statunitense di …

Continue reading

Sòle e tabacchi

Nella splendida cornice di Palazzo Zuccari, un prestigioso panel di medici cardiologi di chiara fama e di navigati politici noti per la competenza nell’attività di raccolta fondi si sono riuniti per raccontare quanto sia difficile convincere i pazienti cardiopatici a smettere di fumare. “Come cardiologo io lotto fino in fondo per far smettere i miei …

Continue reading

Opaca come la Coca-Cola

Quando si parla di conflitti di interessi, ci si dimentica di pensare all’industria alimentare: probabilmente, i finanziamenti ai centri di ricerca delle grandi multinazionali del cacao, dei cibi super salati, delle merendine per bambini e delle bevande zuccherate fanno più danni di quelli causati dalle aziende farmaceutiche. Un articolo pubblicato sul Journal of Public Health …

Continue reading

Editori e conflitto di interessi

TIra una brutta aria tra Gran Bretagna e Stati Uniti. A differenza di quel che accadeva 200 anni fa, ai tempi di Thomas Jefferson, non è più il commercio navale la materia del contendere. Ma sempre di affari si tratta, legati stavolta all’editoria scientifica. Ma dimmi tu. The New England Journal of Medicine is immensely …

Continue reading

Lo sguardo farmacoepidemiologico

Studiare come i farmaci (le medicine?) sono prescritti e utilizzati, i modi con i quali sono valutati, il rapporto tra benefici che promettono e i rischi che (purtroppo) garantiscono tocca l’agire quotidiano del medico e del farmacista, i bisogni di salute dei cittadini e i meccanismi del consumo che determinano la frequenza delle esposizioni, la …

Continue reading

Open access nel mirino del NEJM

“Il bene pubblico … è la diffusione digitale mondiale della letteratura periodica sottoposta a peer review e l’accesso completamente libero e senza restrizioni da parte di tutti gli scienziati, studiosi, insegnanti, studenti e altre persone interessate. Eliminare le barriere all’accesso alla letteratura darà un’accelerazione alla ricerca, arricchirà l’istruzione, renderà possibile la convisione dell’apprendimento dei ricchi …

Continue reading

Chi se ne importa della trasparenza

Abbiamo imparato a conoscere il Sunshine act anche in Italia dopo che il Movimento 5 stelle ha promosso un disegno di legge per l’introduzione nel nostro paese di una banca dati che tenga traccia dei passaggi di denaro tra medici e aziende. Il nome è quello del provvedimento legislativo del governo statunitense che pochi anni fa ha aperto …

Continue reading

Calcio, Netflix, rischio relativo e assoluto

Guardare la televisione fa male alla salute? Sembra di sì, a giudicare dagli articoli usciti su un sacco di giornali inglesi e americani poco tempo fa. E’ stato studiato il tempo trascorso a guardare la televisione in 89.278 donne americane arruolate in uno studio molto ampio, il Nurses’ Health Study II. (1) Dei 118 casi …

Continue reading