La sfida dell’Aifa

Revisione del prontuario. Impulso al ricorso ai farmaci equivalenti e liste di trasparenza. Promozione dell’utilizzo di biosimilari. Riaffermazione dell’importanza  dei registri ma necessità di un alleggerimento del carico di lavoro per i professionisti che li implementano. Rapporti con le Regioni per un uso intelligente e condiviso dei dati OSMED. Sostegno alla ricerca indipendente. Attenzione ai …

Continue reading

Ospedali in piazza come tranquillanti sociali

Nella piazza del mio quartiere, oggi c’è un “ospedale in piazza“. Medici di una casa di cura visiteranno i cittadini ed effettueranno prestazioni specialistiche gratuite “con lo scopo di promuovere l’importanza della prevenzione in tema di tutela della salute.” E’ una manifestazione come tante altre simili, anche questa sponsorizzata dal Municipio che amministra il mio …

Continue reading

Il Professore va (ancora) al congresso?

Centomila congressi di medicina ogni anno nel mondo. (1) Un insieme disomogeno di occasioni di studio, di scambio, di incontro, di promozione, di costruzione di opportunità di carriera accademica, di lotte tra opposte fazioni… Ma anche di noia: relatori che leggono le diapositive a un pubblico impegnato a dormire, controllare la posta, scrivere alla fidanzata, …

Continue reading

Dalla riforma sanitaria alla medicina industriale

Di questi tempi, quaranta anni fa fu approvata la legge di riforma sanitaria. Una novità straordinaria che l’Italia costruì in decenni di lavoro grazie alla determinazione di persone particolari. Alcune di loro le ho conosciute da vicino,  ascoltande i racconti, i dubbi, le speranze, l’entusiasmo e la prudenza. Giovanni Berlinguer, Alessandro Seppilli, Raffaello Misiti. Erano …

Continue reading

Serve una rivoluzione?

Durante i quindici giorni di vacanza a Diafani, nell’isola di Karpathos in Grecia, ho rubato parecchio tempo a un’amica, Elena Granaglia, per parlare delle tesi di Victor Montori, medico peruviano che lavora come clinico e ricercatore alla Mayo Clinic negli Stati Uniti. Elena è economista, insegna Scienza delle Finanze nella facoltà di Giurisprudenza dell’università di …

Continue reading

La cultura è il superfluo indispensabile

“Leggo poco, studio sempre cose per lavoro. L’ultima cosa che ho riletto per svago è Il castello di Kafka, tre anni fa. Ora che mi dedicherò alla cultura magari andrò più al cinema e a teatro“. Lucia Bergonzoni è il nuovo sottosegretario ai Beni culturali e per presentarsi ha scelto la trasmissione Un giorno da …

Continue reading

Evidence-based medicine: significa ancora qualcosa?

“Evidence based medicine is so much part of the air we breathe it can be hard to remember a time before it. (…) As with democracy and peer review (with apologies to Winston Churchill), evidence based medicine may be the worst system for clinical decision making, except for all those other systems that have been …

Continue reading

Doug, Alessandro e la buona battaglia

La sola cosa alla fine impossibile fu tradurre quel titolo in italiano senza tradire il gioco di parole che lo aveva ispirato. Statistics with confidence diventò assai banalmente Gli intervalli di confidenza, una lettura essenziale che andava a integrare il testo precedente, La statistica nella pratica medica (Statistics in practice), una sorta di libro-manifesto voluto …

Continue reading