Press enter to see results or esc to cancel.

Sòle e tabacchi

Nella splendida cornice di Palazzo Zuccari, un prestigioso panel di medici cardiologi di chiara fama e di navigati politici noti per la competenza nell’attività di raccolta fondi si sono riuniti per raccontare quanto sia difficile convincere i pazienti cardiopatici a smettere di fumare.

“Come cardiologo io lotto fino in fondo per far smettere i miei pazienti – ha garantito Francesco Fedele, docente di Cardiologia alla Sapienza Università di Roma – ma la realtà è che non tutti ci riescono, e laddove non si riesce a smettere e ad azzerare il rischio, è corretto puntare a ridurlo con le nuove tecnologie che oggi sono a disposizione: se scendo in campo per vincere la partita e non posso farlo, almeno devo puntare a pareggiare.” Grande tifoso romanista, Fedele ha frequentemente chiesto aiuto a metafore calcistiche per spiegare il proprio punto di vista. Cardiologo anche Furio Colivicchi e medico Stefano De Lillo, senatore del Popolo della libertà, organizzatore dell’evento con la collaborazione di espertissimi manager della politica come Paola Binetti, Cesare Cursi e Antonio Tomassini e grazie ad un finanziamento (un grant) non condizionante (nel senso che nessuno ne è stato influenzato) della Philip Morris. Tornando ai pareggi, la forza delle metafore è enorme e andrebbero maneggiate con attenzione: altrimenti – ed è questo forse il caso – i messaggi si trasformano in un danno per chi li ascolta: a Roma, si direbbe che c’è sotto una sòla, una fregatura…

Permettere la vendita e la promozione degli heat-not-burn tobacco devices, senza alcuna prova di sicurezza sembra irresponsabile. The Lancet

Sarebbe irresponsabile se questa riunione fosse stata organizzata per promuovere la vendita dei cosiddetti heated tobacco products, quei sistemi che permettono di fumare tabacco scaldato ma non bruciato (HTP). Per l’Organizzazione mondiale della sanità, “tutte le forme di consumo di tabacco sono dannose, compresi gli HTP. (1) Il tabacco è intrinsecamente tossico e contiene sostanze cancerogene anche nella sua forma naturale. Pertanto, l’OMS raccomanda che gli HTP siano soggetti alle stesse misure politiche e regolamentari applicate a tutti gli altri prodotti del tabacco, in linea con la Convenzione quadro dell’OMS sul controllo del tabacco (FCTC WHO).”

È un mercato in incredibile ascesa e la Philip Morris (a dar retta alla WHO) guadagna con questi sistemi il 50% in più che con le sigarette tradizionali. Uno degli stratagemmi commerciali più diffusi in molti paesi è far pagare poco il dispositivo e caricare assai il prezzo delle sigarette da fumare. I produttori sostengono che 7 persone su 10 che usano gli HTP siano ex fumatori ma la WHO smentisce questi dati: è assai più frequente che siano nuovi consumatori naive. Non sembra essere vero neanche che i danni da IQOS (il dispositivo della Philip Morris) siano inferiori a quelli delle sigarette tradizionali (2).

L’impegno di Philip Morris per aumentare le vendite è straordinario: l’alleanza con la politica viene perseguita in molti Paesi – di recente è stata oggetto di un’analisi anche da parte del BMJ (3) – e va di pari passo con la promozione al pubblico attraverso i consueti canali come la Formula 1 mediati dall’iniziativa Mission Minnow. (4) Quest’ultima contrabbanda il marketing con l’impegno per l’innovazione a favore dei cittadini, ricorrendo a parole chiave come indipendenza, trasparenza, evidenza.

Parole che per l’avidità della politica e della medicina accademica hanno perso ormai il significato originale.

  1. World Health Organization. Heated tobacco products (HTPs) market monitoring information sheet.
    https://www.who.int/tobacco/publications/prod_regulation/htps-marketing-monitoring/en/
  2. Sohal SS, Eapen MS, Naidu VG, Sharma P. IQOS exposure impairs human airway cell homeostasis: direct comparison with traditional cigarette and e-cigarette. ERJ open research. 2019 Feb 1;5(1):00159-2018.
  3. Gornall J. Big tobacco, the new politics, and the threat to public health BMJ 2019; 365 :l2164.
  4. The Lancet. Smoke and mirrors: new tobacco products and Formula 1. Lancet 2019; published onlne May 18th.
    https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(19)31087-6/fulltext

Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tweet

Per le donne in gravidanza c'è un'applicazione gratuita, utile e ben fatta, creata dal nostro @MinisteroSalute che si chiama "Mamma in salute". Meglio di molte altre "sponsorizzate". salute.gov.it/portale/news/p…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…