Press enter to see results or esc to cancel.

Migliorare una letteratura scientifica disintegrata

Può essere parzialmente ritirato, ritirato con sostituzione, ritirato e ripubblicato. Può essere soggetto a una short refutation o essere corredato da una nota che segnala che qualcosa potrebbe accadere (matter arising). Può vedersi affiancato un erratum o un corrigendum e, nei casi estremi, può essere soggetto di annullamento (withdrawal), cosa diversa dal venir cancellato (cancelled). Parliamo di un articolo scientifico e, tra la fantasia dei plagiatori e la molteplicità delle occasioni di errore che si presentano nella rendicontazione della ricerca, la situazione è talmente confusa che è necessaria una svolta.

Journal practices for amending publications need innovating. Fanelli, Ioannidis & Goodman

La chiedono Daniele Fanelli, John Ioannidis e Steven Goodman: lavorando (anche) al Meta-Research Innovation Center di Stanford (METRICS), qualsiasi elemento che contribuisca a determinare distorsioni nella definizione della base di conoscenze diventa una cosa da risolvere con urgenza 1. Le riviste scientifiche sono colpite in maniera crescente (anche se su questo non c’è accordo: qualcuno sostiene che è solo migliorata la capacità di scoprire errori e frodi) dalla cattiva condotta degli autori e offrono a questi ultimi poche opzioni per riparare agli incidenti del percorso editoriale. Una tra le questioni più gravi è la relativa trasparenza che accompagna la segnalazione delle correzioni e delle retraction: spesso è dovuta all’opacità dominante nel medical publishing, ma altre volte allo stigma che si associa ai casi di malpractice.

In generale, non c’è una cultura diffusa che promuova l’integrità nella produzione di letteratura scientifica e, allo stesso tempo, non c’è tolleranza per gli errori involontari di cui un autore può essere responsabile. Fanelli, Ioannidis e Goodman hanno preparato una tassonomia dei possibili incidenti che sistematizza aspetti importanti: la natura del problema che rende necessario l’intervento editoriale, le conseguenze dei diversi tipi di problema sul complesso della letteratura scientifica, la figura editoriale responsabile (il direttore di una rivista, l’autore o altre), la persona dalla quale parte la segnalazione del problema. Per ciascuno di questi elementi, gli autori suggeriscono come l’articolo dovrebbe essere corretto, il format della correzione, il percorso della revisione critica della correzione stessa, l’attribuzione della authorship della correzione.

Tra le cose più interessanti c’è la formalizzazione della possibilità che una linea-guida o una raccomandazione sia “ritirata” (retired) nel momento in cui gli autori ritengano il contenuto superato e non abbiano la possibilità di aggiornarlo. Altra fattispecie in certa misura inedita è la retraction di un lavoro pubblicato due volte per errore e non per dolo: attualmente, le banche dati bibliografiche segnalano la duplicate publication ma, in questo modo, associano almeno implicitamente un giudizio negativo a quello che in realtà può essere solo uno sbaglio.

In conclusione, la proposta del METRICS sembra puntare alla promozione dell’integrità della ricerca e della sua disseminazione, mitigando l’approccio sanzionatorio e penalizzante che attualmente prevale nei confronti dei casi di cattiva condotta editoriale.

  1. Fanelli D, Ioannidis JPA, Goodman S. Improving the integrity of published science: an expanded taxonomy of retractions and corrections. Eur J Clin Invest 2018; 48: e12898.

 

La foto in alto è di Luca Biada. Reading. Flickr Creative Commons.

 

Comments

Leave a Comment

Tweet

Siamo stati all'evento "Uomini e no. Italia 2018, da che parte stai?", dove @aboubakar_soum, @zdizoro e Marco Damilano (@espressonline) hanno discusso di #immigrazione, lavoro, diritti, consenso politico e molto altro. #OpenArms #DoppioRistretto bit.ly/senticp-soumah…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…