Press enter to see results or esc to cancel.

Politica sanitaria: serve credibilità

L’anno che verrà si chiude con due brutte notizie per la politica sanitaria del nostro paese: la mancanza del numero legale necessario alla votazione della legge per lo ius soli e l’approvazione del cosiddetto decreto Lorenzin, salutato come una legge di “riordino” della sanità italiana. Tra le novità, il riconoscimento come professioni sanitarie dell’osteopatia e della chiropratica, così che l’esercizio abusivo di una professione di cura non coinciderà col praticarla a dispetto di qualsiasi evidenza di efficacia o sicurezza, ma semplicemente al di fuori di un ordine professionale.

L’anno che verrà porterà anche le elezioni. C’è da essere preoccupati, ma sarà interessante vedere se e come si manterrà coeso il fronte che da tempo sta promuovendo una sanità basata sul consumo di medicina e non sulla promozione della salute, sulla moltiplicazione delle prestazioni e non sulla valutazione della loro efficacia, sulla sinergia tra pubblico e privato come condizione dello “sviluppo” e non sulla vigilanza dei conflitti di interesse. Che ha stabilizzato pratiche assistenziali in cui l’obiezione di coscienza si fa scorciatoia per la negazione dei diritti.

Lists of truths that are not made meaningful by values are destined to be ignored. George Lakoff

L’anno che sta arrivando porta piattaforme elettorali, manifesti e lettere a Babbo Natale che, come quando eravamo piccoli, rischiano di chiedere tutto e il contrario di tutto. Scrivessimo alla Befana – più simpatica di “Santa” – chiederemmo il regalo che sia chi agisce il servizio sanitario nazionale, sia chi lo critica, abbia la credibilità per farlo. Un elenco di cose da fare che non sia legato da un trasparente sistema di valori non convincerà nessuno.

Ma anche il richiamo all’equità, alla  solidarietà o all’universalismo da parte di chi quotidianamente dimostra di non tenerne conto non è davvero più credibile.

 

La foto in alto è di Joan GGK_Rome_Flickr_Licenza CC.

Comments

1 Comment

Laura Amato

Bellissimo grazie


Leave a Comment

Tweet

Siamo stati all'evento "Uomini e no. Italia 2018, da che parte stai?", dove @aboubakar_soum, @zdizoro e Marco Damilano (@espressonline) hanno discusso di #immigrazione, lavoro, diritti, consenso politico e molto altro. #OpenArms #DoppioRistretto bit.ly/senticp-soumah…

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…