Press enter to see results or esc to cancel.

Medici o carrozzieri? Riparazioni a tempo

Una visita oncologica deve durare 20 minuti. Lo stabilisce il tempario della Regione Lazio per decreto del 28 giugno 2017. Secondo il dizionario Garzanti, il tempario è l’elenco dei tempi medi necessari a eseguire ciascun tipo di lavorazione relativa a uno specifico settore tecnico. E’ una parola che si usa soprattutto nell’ambito della riparazione delle automobili: come spiega Quattroruote, il tempario viene elaborato “osservando nel dettaglio la vettura, determinano quali particolari di carrozzeria, meccanica, parti elettriche, accessori, ecc., interferiscano con le operazioni di ripristino e vadano staccati o allontanati. A ciascuno di essi è associato un tempo standard detto microtempo; la somma di tali tempi determina il tempo totale di stacco e riattacco del componente da ripristinare.” Anche una visita neurologica deve durare 20 minuti ma lo svolgimento di un esame elettrocardiografico al massimo 15 minuti. Il bello è che il tempario introdotto dalla direzione della sanità della Regione Lazio (beninteso, non è la sola realtà a prevederne uno) è stato pensato nell’interesse dei cittadini. L’obiettivo è la riduzione delle liste di attesa.

General practice is based on a lie—that we can do this safely and well in 10 minutes. Margaret McCartney, The BMJ

La delibera elenca le fonti che lo staff del presidente Nicola Zingaretti ha dovuto consultare prima di pubblicare la nuova norma. Ventisette: dall’art. 120 della Costituzione fino al decreto del Commissario ad acta del 22 febbraio 2017, n. U00052 avente ad oggetto :”Adozione del Programma Operativo 2016-2018 a salvaguardia degli obiettivi strategici di rientro dai disavanzi della Regione Lazio nel sellare sanitario denominato “Piano di riorganizzazione , riqualificazione e sviluppo del Servizio Sanitario Regionale”. Nessuna traccia di fonti che giustifichino il merito scientifico di una decisione di questo tipo. E’ probabile che non siano state cercate (anche in questo caso per risparmiare tempo?). Ma è anche possibile che non siano state trovate: del resto, non esistono evidenze che dimostrino che tempi contingentati di durata della visita medica vadano nell’interesse dei pazienti.

Piuttosto, una lettura che avrebbe potuto consigliare alla sanità regionale del Lazio di ritornare sulle proprie decisioni è il brevissimo articolo di Margaret McCartney uscito su The BMJ il 29 agosto 2017 (1).  (Come medici), “abbiamo bisogno di sapere: quali aspettative possiamo realisticamente avere riguardo al tempo di cui possiamo attualmente disporre e quanto tempo e risorse dovremmo realmente avere per poter fare bene il nostro lavoro?”

Vivere da medico, scrive McCarney, fa sentire sempre inadeguati. Chissà che ogni tanto non provino la stessa sensazione gli amministratori pubblici.

  1. McCartney M. Why GPs are always running late 

Foto in alto: Nick Webb. Time. Flickr Creative Commons.

Comments

Leave a Comment

Tweet

Lis Power

Fox anchor: If we help the poor afford health care, what's their motivation to live a healthy lifestyle? ... seriously, he asked that pic.twitter.com/CgPRwzQP36

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…