Press enter to see results or esc to cancel.

La doccia ghiacciata di Michael Marmot

Nella prefazione a un libro uscito un po’ di tempo fa, Laura ricordava di quando la nonna le insegnava a fare gli gnocchi e i cappelletti. Mi aveva stupito, la cosa. Non per la nonna né per l’insegnamento, ma perché il “territorio” di Laura – che io sapessi – non è da cappelletti.

“La vita di oggi è troppo trafelata, c’è sempre meno tempo per stare a tavola insieme”. Laura Reali

Sir Michael Marmot è direttore dell’Institute for Health Equity dello University College di Londra. E’ stato presidente della World Medical Association. Al suo nome è legata la Marmot Review, un programma di analisi indipendente per valutare i risultati delle strategie messe in atto per ridurre le disuguaglianze che riguardano la salute. Marmot è stato invitato dalla Commissione Salute del Senato della Repubblica e ha svolto una relazione a Roma il 24 gennaio 2017.

Al mondo, ha detto, solo il 18% delle persone consuma uno o più pasti seduti a un tavolo. Due terzi della gente mangia a tavola una sola volta a settimana. Il 30% delle famiglie usa la tavola solo poche volte l’anno. Il 3% delle famiglie non ha una tavola dove sedersi. Sono numeri che nessun warmduscher vorrebbe sentire, scomodi per quelle persone che preferiscono – legittimamente, magari – farsi una doccia né tiepida né troppo calda: il giusto. In tedesco, la parola è usata in senso negativo, a distinguere chi mai e poi mai si sottoporrebbe all’esperienza di una doccia ghiacciata.

It is better to have many equally good choices on what to eat than just one. John P. A. ioannidis

Le evidenze mostrate da Marmot sono una doccia ghiacciata. La ricerca in campo nutrizionale fa ridere o fa danni. Dovremmo smetter di perder tempo con studi osservazionali sul caffè o il cioccolato e sollecitare sperimentazioni ampie, randomizzate e controllate, augurandoci – sostiene Ioannidis – risultati negativi, perché le nostre scelte alimentari non si ridurrebbero.

Più in generale, dovremmo iniziare a prestare attenzione ai bambini che non hanno una tavola a cui sedersi. E ai loro genitori.

 

Comments

Leave a Comment

Tweet

Jeanne Lenzer

Man Booker Prize winner Saunders explains how to write. Oh so true, so true: pic.twitter.com/UUNhv4TDVN

Tag Cloud

Luca De Fiore

Comunicare la salute e la medicina:
tutto quello che vorresti chiedere ma hai paura di sapere. E nemmeno sai tanto a chi chiedere…